F1 | Lando Norris: “Molti hanno smesso di seguirmi per il mio appoggio a Black Lives Matter”

Il pilota McLaren ha raccontato di come abbia perso molti follower a seguito della sua presa di posizione nella lotta al razzismo. Norris black lives matter

Norris black lives matter
Foto McLaren F1

L’ondata di protesta per la morte di George Floyd ha investito anche il mondo della Formula 1: molti piloti, seguendo l’invito di Lewis Hamilton (che per primo ha preso esplicitamente posizione sulla vicenda), hanno preso posizione contro il razzismo e a favore dei diritti degli afroamericani. Norris black lives matter

Tra i piloti che hanno risposto all’invito di Lewis c’è Lando Norris; il ventenne della McLaren, forte di un grande seguito sul web (1,4 mln su Instagram, 464.223 su Twitch), ha usato i suoi canali social per condividere la sua posizione, invitando i suoi follower ad agire contro il razzismo.

Intervistato dall’Evening Standard, Lando ha raccontato di come questa presa di posizione gli si sia, in un certo senso, ritorta contro: “È stato il giorno in cui ho avuto il maggior numero di unfollow su tutti i miei canali sui social media. Quindi è strano. Cerchi di fare ciò che è buono e giusto, ma anche così tante persone non ci credono. Se non ci credono, sono felice che non mi seguano più”.

Il ventenne di Bristol ha anche aggiunto che, nonostante questa “disavventura”, continuerà nella sua lotta al razzismo: “Devo sfruttare al massimo le opportunità per mostrare alle persone di credere in ciò che è giusto. Essere in grado di ispirare gli altri in qualche modo e farli credere di più nelle cose. Qualunque sia il modo in cui posso provare a convincerli a credere nella cosa giusta, cercherò di farlo.”

Seguici anche su Instagram

F1 | La Formula 1 reagisce alle parole di Hamilton sul razzismo