F1 | Latifi ha scoperto dal replay tv del suo scontro con Mazepin

Nicolas Latifi non sapeva dello scontro con Nikita Mazepin fino a quando non ha visto un replay televisivo del loro incidente nel corso del giro di apertura al Gran Premio dell’Emilia Romagna. Il canadese era convinto di essere stato sorpassato dai colleghi e di essere in ultima posizione.

latifi mazepin
Credits F1

Il Gran Premio dell’Emilia Romagna verrà ricordato per l’accesso scontro tra Russell e Bottas, ma non è stato l’unico avvenuto in pista: Nicolas Latifi si è scontrato con Nikita Mazepin.

Nicholas Latifi è uscito di pista alle Acque Minerali nel giro di apertura, ma è riuscito a ripartire. Tuttavia, mentre riprendeva la corsa verso la Variante Alta, ha colpito la ruota sinistra anteriore di Mazepin. Il canadese si è girato prima della chicane, andando a sbattere contro il muretto di protezione.

Quando sono tornato, stavo sul lato sinistro il più possibile”, ha detto il pilota della Williams. “Pensavo di essere in ultima pozione, ma ho visto [Sebastian] Vettel venire verso di me. A dire il vero, non ho nemmeno visto Nikita. Comunque c’erano spruzzi di acqua ovunque, si trovava nel mio punto cieco”.

Il canadese non sapeva di essersi scontrato Nikita Mazepin fino a quando non ha visto un replay televisivo del loro primo incidente nel primo giro al Gran Premio dell’Emilia Romagna.

Inizialmente pensavo di aver appena avuto un po’ di rotazione delle ruote e per questo motivo avevo perso il controllo della monoposto. Quindi non ero a conoscenza di alcun contatto con Nikita fino a molto tempo dopo. Non avevo idea che fosse lì. Ho visto il video molto dopo l’incidente. Ho trascorso diverso tempo al Centro Medico. Mi hanno trattenuto lì, ma in realtà erano semplici scartoffie da compilare”.

Anche Mazepin ha scoperto dopo la gara che Latifi non sapeva di essere rientrato in pista mentre lui sopraggiungeva.

Ha avuto un problema con il blocco alla curva 13″, ha spiegato il russo. “È andato fuori, ha perso tre posizioni ed è rientrato in pista. Eravamo proprio affiancati. Non c’era abbastanza spazio per me. Non credo che lo sapesse. Credo che pensasse di essere l’ultimo. Invece ero lì e non riuscivo a muovermi oltre. Sono stato fortunato a concludere la gara”.

Fino a quel momento Latifi era molto soddisfatto delle prestazioni del suo week end.

È stato molto frustrante. Sono stato sfortunato“, ha detto. “Ci sarebbero state alcune opportunità, ovviamente in condizioni molto, molto difficili. Non ho potuto partecipare alla gara e vedere cosa sarebbe stato possibile fare. Ma sì, a volte le corse vanno così.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Russell si scusa, Hamilton lo incoraggia: “Bel gesto assumersi la responsabilità, si impara solo sbagliando”

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.