F1 | Laurent Rossi rivela i problemi dietro il ritiro della Alpine di Alonso: “Motore KO anche se la causa è un’altra”

Laurent Rossi, amministratore delegato dell’Alpine, ha svelato le cause che hanno poi portato al ritiro della vettura #14 di Fernando Alonso.

Alpine Alonso Laurent Rossi
Credit: unknown

Laurent Rossi, amministratore delegato dell’Alpine, ha svelato le cause che hanno poi portato al ritiro dell’Alpine di Fernando Alonso. I problemi riscontrati al motore dopo il GP del Bahrain si sono ripresentati anche in questo GP dell’Arabia Saudita. Dunque, Alonso potrebbe utilizzare a Melbourne, sede del prossimo appuntamento stagionale, già la terza power unit. Ricordiamo che sono massimo 3 i motori a combustione interna che potranno essere utilizzati durante l’intera stagione; dal quarto in poi, si andrà incontro ad una penalità (partenza dal fondo della griglia).

Tuttavia, i problemi riscontrati sulla vettura #14 dopo l’ultimo GP disputatosi, non interessano il motore, ma la pompa dell’acqua. A spiegarcelo in maniera esaustiva è lo stesso Laurent Rossi. “Abbiamo subito trovato il problema. Non è il motore, ma la pompa dell’acqua. Questo ha causato un problema di raffreddamento e una serie di eventi: il motore si raffreddava di meno, l’olio si scaldava, creando via via più problemi”, ha dichiarato l’amministratore delegato Alpine. “Fernando ha potuto continuare la sua gara ma il motore non era in condizioni ideali. Abbiamo preferito fermarlo perché la pompa dell’acqua era guasta.” 


Leggi anche: F1 | Kolles punge Lawrence Stroll: “Pensa che le sue idee siano le migliori e non ascolta nessuno. Il team così non andrà avanti”


“E’ un problema giovanile delle nuove componenti, le quali stanno lavorando per la prima volta e non abbiamo ancora avuto modo di validare. Il problema è che la pompa dell’acqua è integrata nel motore. La pompa alla fine si è disintegrata ed è caduta nel motore. Se avessimo voluto ripararla avremmo dovuto rompere il sigillo, quindi il motore è perso per noi. Anche se la sua integrità fisica non è direttamente pregiudicata, per noi è un motore in meno”, ha concluso Rossi.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Michele Guacci

Classe 2003, studente ed appassionato di F1 sin dall'infanzia.