F1 | Lawrence Stroll tra sogni e ricordi: “Vogliamo vincere e sono sicuro che ce la faremo. La prima pole di Lance? Rimarrà impressa per sempre nella mia memoria”

“Voglio vincere tante gare e sono sicuro che ci riusciremo” così Lawrence Stroll ha parlato, nel corso di un’intervista per il podcast ufficiale della F1, dei suoi obiettivi nel Circus, dei successi ottenuti e dell’incidente del figlio Lance nel corso del GP del Bahrain…

Lawrence Stroll
Twitter Racing Point

“Voglio vincere tantissime gare e sono sicuro che ce la faremo. Il titolo mondiale? Sarebbe il successo più grande della mia carriera” così Lawrence Stroll ha parlato nel corso del podcast sul sito ufficiale della Formula Uno. L’attuale proprietario dell’Aston Martin, infatti, ha raccontato il suo percorso in F1, i traguardi e gli obiettivi della scuderia, che da quest’anno può contare sull’appoggio di Sebastian Vettel.

“Avere Sebastian nel team è molto importante. Come scuderia vogliamo vincere e lui ha già conquistato diversi titoli mondiali quindi sa come fare. Sebastian, inoltre ha i nostri stessi obiettivi e valori. Certo ci vorranno anni per riuscire ad arrivare ai vertici, non un solo anno o mesi” ha detto Stroll che ha poi parlato del figlio, dei suoi successi e dell’incidente avvenuto in Bahrain l’anno scorso.

“Il Gran Premio di Turchia dell’anno scorso me lo ricorderò per sempre. I ricordi belli si tengono a mente. Per mio figlio è stata la prima pole position. Diciamo che è qualcosa di speciale e ricordo ogni singolo istante di quel momento, ero in Svizzera e guardavo la gara da casa”

“Quando un figlio ottiene un risultato, dopotutto, è qualcosa d’incredibile, molto più importante di un tuo successo professionale” ha continuato il proprietario dell’Aston che poi ha parlato dell’incidente avvenuto nel corso del GP del Bahrain 2020.

A finire fuori, infatti, era stato proprio Lance Stroll, figlio di Lawrence e pilota della scuderia inglese. “Quando Lance ha fatto l’incidente era da poco avvenuto quello di Grosjean. Non avevamo fatto in tempo a riprenderci che anche lui è finito contro le barriere”

E’ stato tremendo. Come padre, vedere tuo figlio che fa un incidente del genere è brutto. Ovviamente, anche quando gli altri lo fanno è dura, ma se in macchina c’è tuo figlio, beh è estremamente difficile”

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter