F1 | Le dure parole di Jacques Villeneuve nei confronti di Hamilton: “Sta cercando di non annegare”

Jacques Villeneuve parla del duo Mercedes dopo il Gran Premio di Miami: “George Russell sta cavalcando l’onda, Lewis Hamilton sta cercando di non annegare”.jacques villeneuve hamilton

Jacques Villeneuve parla del duo Mercedes dopo il Gran Premio di Miami: “George Russell sta cavalcando l’onda, Lewis Hamilton sta cercando di non annegare”.

Dopo le prime cinque gare della stagione, George Russell è nettamente davanti a Lewis Hamilton in un confronto interno al team. Il sette volte iridato ha preceduto il suo giovane connazionale solo all’apertura della stagione in Bahrain: Hamilton è arrivato terzo sul podio, Russell ha tagliato il traguardo quarto. In Arabia Saudita, Russell è stato di gran lunga migliore al quinto posto rispetto al suo compagno di scuderia, che è arrivato 10° ed è stato in grado di celebrare solo un punto in classifica. E anche in Australia è stato il giovane ex Williams a tagliare per primo il traguardo. È anche salito sul podio al terzo posto, mentre Hamilton è arrivato quarto. A Imola, il 103 volte vincitore di GP è andato via a mani vuote mentre Russell è arrivato quarto.


Leggi anche

F1 | Horner preoccupato da Ferrari: “Barcellona sarà una sfida completamente nuova”


E nella resa dei conti più recente, a Miami, il 24enne era in vantaggio al quinto posto, mentre Hamilton si è dovuto accontentare del sesto posto. La diversa prestazione si riflette anche nella classifica del campionato, dove Russell è quarto con 59 punti, mentre Hamilton è sesto con 36 punti in campionato.

Per l’ex stella della F1 Jacques Villeneuve è quindi chiaro:Hamilton è oscurato dal suo nuovo compagno di squadra. Nella sua rubrica per Formule1.nl, il campione del mondo 1997 scrive: “Penso che abbiamo visto il cambio di guardia definitivo alla Mercedes. George Russell sta cavalcando l’onda, Lewis Hamilton sta cercando di non annegare”.

“Dopo molti anni di vittorie senza competizione, è difficile svegliarsi e rendersi conto che non è così facile“, sottolinea il canadese. “Ora deve guidare come ha fatto nei suoi primi due anni in Formula 1 ed è quello che Russell sta facendo ora. In gara, Russell ha preso la decisione: lasciami in pista, forse arriverà una safety car – e ne sarà valsa la pena”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.