F1 | Le possibili 18 gare del calendario 2020

La Formula 1 è al lavoro per allestire un calendario con 18 appuntamenti: Monza presente, possibile ritorno di Hockenheim, a forte rischio Ungheria e Singapore. F1 calendario 2020.

F1 calendario 2020
Credit: Motor Sport Magazine

Nonostante l’epidemia del Coronavirus, la stagione 2020 potrebbe comunque essere composta da un buon numero di appuntamenti. Il noto giornalista di motorsport.com, Roberto Chinchero, ha rivelato il calendario a cui le parti starebbero lavorando. Calendario che prevederebbe ben 18 appuntamenti. F1 calendario 2020.

Come ormai noto, la partenza sarà in Austria il 5 luglio. Il Red Bull Ring dovrebbe ospitare anche la seconda gara del campionato, la domenica seguente, il 12 luglio.

Dopo una settimana di pausa, possibile un tris consecutivo di gare: il 26 luglio ed il 2 agosto si correrebbe a Silverstone, ma anche le gare in territorio inglese sarebbero a rischio. Il governo britannico ha infatti predisposto 14 giorni di quarantena per chi entra nel paese. In caso di forfait, le due gare si correrebbero in Portogallo sul circuito di Portimao.

Il 9 agosto si andrebbe invece ad Hockenhaim. Il GP di Germania tornerebbe così clamorosamente nel calendario, dopo essere stato inizialmente escluso. A forte rischio sarebbe così il GP d’Ungheria, dopo che il governo ha esteso il divieto allo svolgimento di eventi pubblici di massa fino al 15 agosto.

Dopo un’altra domenica di pausa, possibile un altro tris di gare: il 23 agosto andrebbe in scena il GP di Spagna a Barcellona, seguito il 30 agosto da Spa e il 6 settembre da Monza, che chiuderebbe così la stagione europea.

A questo punto, il circus inizierebbe il giro per il mondo: ci si sposterebbe ad Est con le gare sui circuiti cittadini di Baku e Sochi, per poi approdare in Estremo Oriente per i round di Suzuka e di Shanghai, dove si recupererebbe il GP della Cina, il primo rinviato a causa del Covid-19. Potrebbe invece saltare la gara in notturna di Singapore.

Si proseguirebbe con la tripla trasferta americana, con le gare negli Stati Uniti, in Messico ed in Brasile. Possibile poi che si corra il primo GP del Vietnam come terzultimo appuntamento della stagione.

Un altro punto fermo sembra essere la chiusura del mondiale in Medio Oriente: penultima gara il 6 dicembre in Bahrain, ma si pensa ad una possibile doppia gara anche sul circuito di Sakhir, con la prima delle due da disputarsi il 29 novembre, in caso di mancato approdo in Vietnam; gran finale il GP di Abu Dhabi il 13 dicembre.

Il possibile calendario 2020

1) 5 luglio – Austria (Red Bull Ring)
2) 12 Luglio – Austria (Red Bull Ring)
3) 26 luglio – Gran Bretagna (Silverstone)
4) 2 agosto – Gran Bretagna (Silverstone)
5) 9 agosto – Germania (Hockenheim)
6) 23 agosto – Spagna (Barcellona)
7) 30 agosto – Belgio (Spa-Francorchamps)
8) 6 settembre – Italia (Monza)
9) 20 settembre – Azerbaigian (Baku)
10) 27 settembre – Russia (Sochi)
11) 11 ottobre – Giappone (Suzuka)
12) 18 ottobre – Cina (Shanghai)
13) 1 novembre – Stati Uniti (Austin)
14) 8 novembre – Messico (Città del Messico)
15) 15 novembre – Brasile (Interlagos)
16) 29 novembre – Vietnam (Hanoi)
17) 6 dicembre – Bahrain (Sakhir)
18) 13 dicembre – Abu Dhabi (Yas Marina)

F1 | Liberty Media pubblica i bilanci del primo trimestre 2020: perdite catastrofiche

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari