F1 | Le prove libere di McLaren, Stella: “Poco grip e tempo instabile: proveremo a sfruttare queste condizioni”

Al termine del venerdì di prove libere in Turchia, Andrea Stella ed i piloti della McLaren hanno commentato il non esaltante venerdì in quel di Istanbul.

mclaren prove libere turchia

La Formula 1 torna in Turchia dopo nove anni ed il primo impatto è piuttosto atipico. Le sessioni di prove libere del venerdì del GP di Turchia non hanno mostrato una McLaren molto competitiva, che ora spera di poter sfruttare a proprio vantaggio lo scarso grip mostrato dall’asfalto e le previsioni meteo incerte.

Le FP1 si sono concluse con Norris in settima posizione ad oltre 2 secondi dal leader e Sainz addirittura ad 11 primi. Le prime libere sono state però contrassegnate da condizioni piuttosto proibitive della pista, con un grip incredibilmente basso.

Neanche nel pomeriggio però le vetture del team di Woking hanno brillato. La P10 di Norris e la P14 del compagno Sainz impongono a McLaren un grande lavoro in vista di qualifiche ed una gara importante per il terzo posto costruttori.

Le parole dei piloti

“Non è stato il venerdì ideale”, ha ammesso Carlos Sainz. È stato frustrante perdere tempo in una FP1 importante a causa delle condizioni della pista molto impegnative su un asfalto nuovo in un circuito nuovo”.

“Nelle FP2 abbiamo dovuto recuperare. Non ho avuto dei run molto puliti con le soft, i tempi sono migliorati molto con il passare dei giri”, ha detto lo spagnolo.L’asfalto sembra strano al momento, questo però aggiunge solo curiosità per vedere chi può interpretarlo al meglio. Non vedo l’ora che arrivi domani!”

Lando Norris ha così commentato le prove libere nel giorno del suo 21° compleanno: “È stata una giornata difficile. La pista era molto scivolosa ed è stato difficile interpretare il bilanciamento della vettura“.

“È stato anche molto divertente, dovevamo affrontare sia sovrasterzo che sottosterzo: questo però rende difficile mettere insieme tutto e fare un buon giro, ha detto il britannico.

Abbiamo del lavoro da fare in vista del resto del fine settimana per provare a fare progressi, sarà un weekend interessante”, ha concluso il giovane pilota inglese.

Andrea Stella, Race Director di McLaren

Alla conclusione della giornata, a parlare del venerdì di McLaren, è stato anche l’ingegnere Andrea Stella. “Siamo contenti di poter tornare in Turchia”.

“Le condizioni che abbiamo trovato erano piuttosto inaspettate. Il nuovo asfalto genera poco grip e le gomme hanno impiegato molti giri per cominciare a funzionare, ha spiegato l’italiano.

“Tuttavia – continua Stella – è così per tutti. Vedo questa situazione come un’opportunità: la macchina ed il team che si adattano meglio ne trarranno vantaggio”.

“Inoltre, ci aspettiamo tempo instabile per tutto il weekend, soprattutto sabato, sta a noi sfruttarlo al meglio”, ha concluso l’ingegnere del team britannico.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Turchia – Ottime prove libere per Ferrari ma Vettel vuole aspettare: “Vediamo domani”

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.