F1 | Leclerc alla stampa monegasca: “Fatto un buon lavoro ma non basterà per tornare ai livelli del 2019. Red Bull ottimo cliente per Mercedes”

Leclerc un’intervista rilasciata alla stampa monegasca traccia un bilancio sui test prestagionali effettuati lo scorso fine settimana, parla delle ambizioni future, del rapporto con Carlos Sainz e della 24 ore di Le Mans.

LECLERC
F1 TEST FIORANO credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Leclerc ha preso parte ieri pomeriggio ad una conferenza stampa riservata ai media monegaschi. Il pilota della Ferrari ha rilasciato alcune dichiarazioni sui test invernali, sulla prestazioni della SF21, sul ritardo della Ferrari ma anche parlato del rapporto con Sainz, con i tifosi e della possibile partecipazione alla 24 Ore di Le Mans:

Il monegasco si ritiene soddisfatto del lavoro svolto nei test e sostiene che ci sono segnali incoraggianti per quanto riguarda le prestazioni della nuova Ferrari anche se il lavoro svolto non basterà per tornare ai livelli del 2019: “Non è stato facile fare tutto in soli tre giorni ma tutte le squadre si trovano nella stessa situazione. Penso che abbiamo sfruttato al meglio questi test, abbiamo macinato tanti chilometri. Abbiamo fatto tutto il possibile. È stata la migliore preparazione possibile. I segnali sono positivi, è stato fatto un buon lavoro, ma non basterà per tornare ai livelli del 2019. Non bisogna dimenticare dov’era la Ferrari lo scorso anno. In F1, tutto richiede tempo. Il bilanciamento della macchina, credo, è abbastanza migliorato. La maneggevolezza dell’auto è migliore quest’anno”.

Tra SF100 e SF21

È ancora molto presto per anticipare le prestazioni dell’auto. Quando parlavo di riportare la Ferrari ai vertici era un obiettivo di medio – lungo termine ma non parlavo direttamente del 2021. Il regolamento tecnico ci impedisce di fare quello che vogliamo sulla macchina. L’SF21 non è quindi una rivoluzione ma piuttosto un’evoluzione dell’SF1000. Cercheremo di migliorare rispetto allo scorso anno, ma non ci saranno miracoli. Devi essere realistico: anche se lo spero, non credo che lotteremo per il campionato nel 2021“, ha dichiarato il pilota.

Leclerc crede che Red Bull può battersi con Mercedes: “Ho la sensazione che la Red Bull abbia fatto dei test davvero buoni quest’inverno e sarà un ottimo cliente per la Mercedes quest’anno. Anche la McLaren è stata piuttosto impressionante.

L’anno orribile

Nel 2020 sapevamo di non aver costruito una macchina per lottare per il campionato, ma non ci aspettavamo che fosse così difficile. Le prime gare sono state un po’ complicate ma c’è stato subito un cambio di mentalità, la volontà e la motivazione per recuperare tutto quel vantaggio, perso, che avevamo nel 2019. Ci sono stati degli errori, non saranno gli ultimi, questo è certo, ma ho imparato molto. Ogni volta che sbaglio, analizzo perché e cosa devo fare affinché non si ripetano”.

Il rapporto con Carlos Sainz e i tifosi

L’alfiere della Ferrari dice di andare molto d’accordo con Sainz: “Sta andando molto bene con Carlos. Non credo di aver passato tanto tempo con lui quanto con un altro compagno di squadra. Abbiamo più o meno la stessa età, con interessi comuni. Andiamo molto d’accordo e non vediamo l’ora di poter combattere in pista.”

Voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno supportato sin dall’inizio, è davvero commovente. Purtroppo dal 2020 e in alcune gare anche quest’anno non avremo pubblico. Non è facile. Il sostegno delle persone in tribuna è sempre bello da vedere e il contatto con le persone è qualcosa che mi manca molto. Posso solo dirti che qui a Maranello stiamo lavorando al 200% per cercare di avere più vittorie in futuro“, ha asserito Leclerc.

Il sogno Le Mans

Leclerc dice che se avrà l’opportunità prenderà parte alla 24 Ore di Le Mans:  “L’ho detto con leggerezza, ma è stato preso molto sul serio dai media. È una competizione che mi piace molto. Ma sono concentrato al 100% sulla F1, ma è vero che se ho un’opportunità, perché no. Fin da piccolo ho fatto spesso gare di endurance in kart. Lo abbiamo fatto con Jules Bianchi, i miei fratelli e tanti kartisti di quel periodo e sono rimasti, per me, ricordi che non dimenticherò mai”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Helmut Marko sui test pre-stagionali: “I migliori di sempre per Red Bull”

 

Giuseppe Cinotti

Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.