Formula 1

F1 | Leclerc, la sfortuna non è solo in Formula 1: la “maledizione” lo colpisce ancora – VIDEO

La sfortuna di Charles Leclerc non è solo in Formula 1.

La sfortuna di Charles Leclerc non esiste solo in Formula 1. Nel corso del 2023, il pilota Ferrari è stato protagonista di episodi a dir poco particolari; una scia di disgrazie iniziata in Bahrain con l’incredibile problema al motore, e proseguita per tutto l’anno, a gare alterne.

L’ultimo evento funesto è stato ad Austin, quando si è visto squalificato (dopo aver conquistato il podio) per un’infrazione tecnica.

Charles Leclerc avvistato a Monaco Montecarlo nuova Ferrari Competizione 812 A personalizzata video
Foto: sportnews.eu

Charles Leclerc sembra avere una calamita per la sfortuna, che non si riflette solo in Formula 1.

In un divertente video, che anticipa il prossimo contenuto social che vedremo nel suo vblog su YouTube, il monegasco ringrazia di essere un pilota di F1: in un altro sport è davvero pessimo!

Il vblog è una sorta di diario virtuale sotto forma di video in cui Leclerc trasporta i suoi tifosi all’interno della sua vita quotidiana; possono essere momenti di tranquillità in famiglia, con gli amici, oppure durante gli allenamenti prima di scendere in pista.

In un piccolo spezzone video, il pilota #16 sembra essersi interessato al basket, ma capisce di non essere proprio tagliato. Leclerc sbaglia un tiro dopo l’altro, e imputa il suo fallimento al “vento” intorno al campo. “Ci sto arrivando… Oddio, il vento… continua a tirare a sinistra!”

Come si vede dal video, ben presto il pilota 26enne ha iniziato a mettere in discussione le sue capacità, gridando infine: “Ma perché faccio così schifo?”

La passione per gli sport

Non solo basket: Charles Leclerc è anche appassionato di padel. Avevamo già parlato in un altro articolo di come questo sport fosse diventato ormai virale tra i piloti di Formula 1. A volte, tra una pausa e l’altra a Maranello, il monegasco gioca anche col suo compagno di squadra, Carlos Sainz.

Crediti immagine di copertina: Eurosport.it

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter