F1 | Leclerc si difende dalle critiche di Brawn: “Sono soddisfatto della mia guida”

Criticato da Ross Brawn per il contatto con Gasly al via del GP di Stiria, il ferrarista Charles Leclerc difende il proprio stile di guida.

Lo scorso Gran Premio di Stiria, prima delle due tappe consecutive a Zeltweg, ha visto protagonista Charles Leclerc, autore di una rimonta sino alla P7 dalle retrovie. La rimonta del talento monegasco è nata però dopo un errore dello stesso pilota della Ferrari, al contatto con Gasly nel corso delle prime battute di corsa. leclerc brawn

In seguito all’azione ravvicinata, sia la rossa #16 che l’AlphaTauri del francese hanno dovuto passare dai box (dove poi Gasly si è ritirato). Ross Brawn ha elogiato in primis Leclerc, nominandolo secondo propria opinione il pilota del giorno, ma non l’ha esentato da alcune critiche. “Deve mantenere la calma quando si trova indietro”, ha detto l’ex boss della Ferrari, paragonandolo al primo Michael Schumacher. Brawn ha proseguito: “Dato che sa di essere molto forte, penso che debba considerare un approccio un poco più conservativo. Tuttavia anche essendo troppo conservativi si finisce coinvolti in contatti, bisogna trovare il giusto equilibrio. Sospetto che ci sia una mentalità del tipo: «­Dovrei essere in testa, devo recuperare il più in fretta possibile»”.


Leggi anche: F1 | Leclerc al simulatore con la Ferrari 2022: “È una prima versione, ma è molto diversa”


Alla vigilia del Gran Premio d’Austria, nelle tradizionali dichiarazioni del giovedì, Leclerc ha difeso il proprio modo di correre: “In realtà sono piuttosto soddisfatto del mio stile di guida ruota a ruota”.

“Tutto è sempre ovviamente al limite. Guardando però all’ultima gara – continua il monegasco – questo stile di guida ci ha aiutato molto a rimontare senza perdere troppo ritmo. Direi che c’è sempre un buon equilibrio”.

La punta di diamante del Cavallino ammette anche qualche colpa sul contatto con Gasly: “Forse avrei potuto fare qualcosa in più per evitarlo. Ormai però è troppo tardi, nel primo giro c’è stato troppo impeto, ho parlato già con Pierre ed è tutto ok”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.