F1 | Leclerc sui fatti del Brasile: “Devo capire cosa è possibile fare e cosa no”

Charles Leclerc afferma che cambierà il suo modo di guidare se la manovra di Verstappen in Brasile resterà impunita.

leclerc brasile
Foto: @Charles_Leclerc

Dopo l’incidente avvenuto in Brasile tra Verstappen e Hamilton, uno dei piloti a dirsi favorevoli per una penalità è proprio il Ferrarista Charles Leclerc.

Il monegasco ha detto che se Verstappen non verrà penalizzato cambierà il suo modo di guidare, proprio come ha fatto dopo il contatto con l’olandese nel Gp d’Austria nel 2019. In quell’occasione Verstappen non fu penalizzato dopo un ruota a ruota che aveva spinto fuori dalla pista Leclerc.

Devi adattarti ad ogni tipo di situazione. Appena ho saputo che non ci sarebbe stata penalità per Max in Austria, sono arrivato a Silverstone e ho cambiato modo di guidare. Credo che sia la stessa cosa per ogni pilota, cerchiamo sempre di gareggiare al limite.”

In Austria era una situazione diversa, dopo quella gara abbiamo potuto gareggiare in maniera più ‘dura’, che è una bella cosa per lo spettacolo della F1. In Brasile è una situazione totalmente diversa, lascerò scegliere agli steward.


Leggi anche: F1 | GP Qatar Toto Wolff: Combatteremo come sempre, come abbiamo fatto in Brasile


Successivamente Leclerc ha espresso la propria idea sull’eventuale verdetto: “Onestamente, non mi interessa. Ma voglio che sia chiaro, in quanto pilota, cosa è possibile fare e cosa no. Questa è l’unica cosa che mi interessa.”

Carlos Sainz è d’accordo con il proprio compagno di squadra e ha detto che tutti i piloti guarderanno al ‘caso’ Verstappen: “Un pilota usa tutte le opportunità a proprio vantaggio. Se non verrà penalizzato, so che se mi troverò in una situazione simile potrò fare lo stesso. Credo che la macchina che si trova all’interno ha la priorità e la possibilità di mandare fuori pista l’avversario. Ma se anche la macchina all’interno va larga? Dobbiamo chiarire questo punto.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter