Aggiornato il

F1 | Leclerc sulla sua Ferrari: “Anche la SF21 ha un posteriore instabile. A me piace ma Seb lo soffriva”

A una settimana dal GP di Imola, Charles Leclerc ha parlato della nuovo monoposto Ferrari per il 2021, la SF21, sottolineandone alcune caratteristiche particolari.

Credits: circusf1.com

Tra le tante sorprese di questo inizio stagione c’è sicuramente la Ferrari. Dopo un 2020 più che difficile ci si aspettava molto dalla scuderia di Maranello. Già dai test la Rossa ha dimostrato di aver ritrovato la potenza persa lo scorso anno e di aver fatto diversi passi in avanti a livello globale. Le prime impressioni sono poi state confermate dalla gara inaugurale, sempre sulla pista del Bahrain, in cui la Ferrari ha dimostrato di aver progettato una monoposto molto vicina alla McLaren. Sia Leclerc che Sainz hanno ottenuto ottimi risultati in qualifica a bordo della SF21 soffrendo un po’ di più in termini di passo gara.

Ad una settimana dal GP di Imola proprio Charles Leclerc ha voluto rilasciare delle dichiarazioni riguardanti l’ultima vettura uscita dalle fabbriche Ferrari, la SF21. Secondo il monegasco sono evidenti i diversi miglioramenti rispetto allo scorso anno nonostante la macchina risulti complicata da gestire in ingresso curva. “Non ho cambiato il mio modo di guidare ma sento che c’è qualcosa di diverso. Rispetto allo scorso anno devo spingere leggermente di meno in ingresso curva perché il posteriore è più complicato da gestire. Credo sia dovuto alle modifiche fatte al fondo. 

Personalmente apprezzo un posteriore che ‘balla’ perché posso sfruttarlo per curvare meglio. Altri piloti invece lo soffrono. La SF1000 aveva la stessa caratteristica. A me non dava fastidio ma a Seb sì“.

Il vincitore di Monza 2019 si è lasciato poi andare ad un commento sulla possibilità, lasciata ai piloti, di duellare con maggiore aggressività durante la gara. “Credo che la direzione presa dopo quanto successo tra me e Max in Austria due anni fa sia quella giusta. Ne beneficiano sicuramente lo sport e lo spettacolo. Ho sempre pensato che se ci avessero dato la possibilità di duellare con meno restrizioni le gare sarebbero state più avvincenti. Da quel momento in poi la direzione gara è stata meno severa in termini di penalità e sono contento di questo”.

Seguici anche su Instagram

Disqus Comments Loading...