F1 | Lewis Hamilton al veleno: in Red Bull qualcuno non merita il sedile?

La conferenza stampa post gara del GP di Ungheria ha visto, come di consueto, i piloti a podio rispondere alle domande della stampa. Proprio una domanda, all’apparenza innocente, ha dato a Lewis Hamilton modo di pronunciarsi sulle prestazioni di Gasly in Red Bull. Il cinque volte campione del mondo, a torto o a ragione, non pare entusiasta.

Hamilton Red Bull

Il retroscena della vicenda Hamilton Red Bull

A seguito delle ottime performance in qualifica e in gara di Max Verstappen e Lewis Hamilton, il campione Fernando Alonso aveva lodato le loro abilità di guida tramite i social. Da qui lo spunto del giornalista Daniel Horvath, che chiede ai piloti una loro opinione su un ipotetico ritorno di Alonso nell paddock. Dopo una reazione positiva di Verstappen, è Hamilton a lanciare l’amo.

LH:[Alonso] Potrebbe essere un buon compagno di squadra per te.”

MV: “Tu dici? Non saprei. D’altronde, sei tu che ne hai avuto esperienza.”

Hamilton, tuttavia, ha solo iniziato.

“I migliori piloti nei migliori sedili”

Elaborando ulteriorimente sulla domanda posta da Horvath, Hamilton si dilunga sui possibili pro e contro di un ritorno di Alonso nella massima serie, e il dialogo con Verstappen continua.

LH: “Questo sport ha bisogno dei migliori piloti nei migliori sedili. In questo momento, c’è almeno un sedile extra disponibile che sia abbastanza buono da garantire vittorie, e Fernando può garantirle. Quindi non sarebbe poi una cattiva idea.”

MV: “Magari dovrebbe parlarne con Toto.”

LH: “Valtteri è ottimo. Valtteri vince e garantisce vittorie. Io direi che siete voi quelli con il sedile extra.”

MV: “Io non l’ho mai detto.”

F1 | GP Ungheria – La gara della Red Bull, Gasly: “Analizzerò la mia prima parte di stagione”


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, appassionata di motori sin da bambina. Studio Giurisprudenza e nel tempo libero commento e analizzo Formula 1, Formula E e WEC sul blog Instagram @theracingchick.