F1 | Lewis Hamilton e la penalità in Russia: “Analizzeremo il regolamento, non vogliamo altri problemi”

“Da ora in poi staremo molto attenti, analizzeremo bene il regolamento in modo da evitare ulteriori problemi” così Lewis Hamilton parla della penalità assegnata nel corso del GP di Russia, a causa di due partenze di prova irregolari. Una decisione, giudicata da molti troppo dura, che è costata cara all’inglese che avrebbe potuto vincere il suo novantunesimo GP ed eguagliare Schumi

Lewis Hamilton penalità
Foto: motorionline

Non è andata decisamente giù a Lewis Hamilton la penalità inflitta dalla direzione gara nel corso del GP di Russia. Il pilota britannico, infatti, è stato accusato di due partenze di prova irregolari. La pena? 10” in tutto di penalità più due punti sulla patente del pilota, che successivamente i commissari hanno eliminato e sostituito con una multa di 25,000€ per la scuderia tedesca.

Dopo aver ascoltato i team radio tra pilota e muretto, infatti, i commissari hanno deciso di penalizzare il team, colpevole di aver dato informazioni sbagliate ad Hamilton. Appuntamento con la storia rimandato dunque per l’inglese, che proprio grazie al GP di Russia, avrebbe potuto conquistare la novantunesima vittoria in carriera eguagliando Schumacher.

“Da ora in poi sarò molto attento ed eviterò possibili punizioni. Sinceramente non penso che ci sia qualcuno in Formula Uno che voglia ostacolarmi di proposito ma i top team devono stare più attenti” ha spiegato il sei volte campione del mondo.

“I commissari, infatti, esaminano attentamente la nostra monoposto esattamente come fanno con quelle degli altri top team. Al momento la F1 sta tentando di rendere le corse più divertenti e meno monotone e quindi ci sono parecchi cambi di regole”

“Un esempio? Quella che riguarda il party mode. Sinceramente io la penso così. Per quanto mi riguarda, dunque, adesso l’obbiettivo è dare il massimo e stare attenti a tutti i dettagli. In questa maniera non sarà possibile penalizzarci in nessun modo” Per evitare ulteriori problemi, infatti, secondo Hamilton sarà utile rivedere bene il regolamento.

Proprio per questo rileggeremo bene il regolamento e lo esamineremo per evitare altre situazioni del genere. Dobbiamo analizzare bene tutto, anche ciò che finora non ha mai creato problemi a nessuno, ma che potrebbe rivelarsi un potenziale pericolo. Dopotutto non penso che ci sia mai stata una penalità per i miei stessi motivi” ha concluso il pilota delle “Frecce nere” a cui quei 10” e quella multa continuano a bruciare.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Perchè l’addio di Honda può mettere in crisi Red Bull?