F1 | Massimo Bottura dirigerà il ristorante “Il Cavallino” di Maranello

Lo chef pluristellato Massimo Bottura sbarca a “Il Cavallino” di Maranello. Il ristorante dove Enzo Ferrari pranzava è stato rimesso interamente a nuovo e dal 15 giugno aprirà al pubblico.

Bottura

Massimo Bottura lo chef direttore dell’Osteria Francescana di Modena, ha deciso di rilanciare Il Cavallino. Interessato da un restyling profondo, affidato all’architetto India Mahdavi, il nuovo ristorante incrocia la strada di un altro ambasciatore dell’Emilia nel mondo, Massimo Bottura.

All’inizio degli anni ’50 Enzo Ferrari decise di creare un luogo unico trasformando un’ala della fabbrica di Maranello. In tal modo riuscì a creare uno spazio dedicato al buon cibo, dove lui stesso poteva pranzare ogni giorno.

BOTTURA
Foto: scattidigusto.it

Il ristorante si è evoluto negli anni ma non ha mai perso la propria identità, sempre animato dal viavai di appassionati e dal susseguirsi di cene ed eventi della Ferrari. A questi importanti cene, infatti, partecipavano personaggi di spessore come Luca di Montezemolo, Ross Brawn, Jean Todt e Michael Schumacher.

Il nuovo ristorante Il Cavallino accoglierà gli ospiti in uno spazio moderno, dando loro al contempo l’opportunità di respirare le atmosfere che hanno caratterizzato i 75 anni della Ferrari fino ad oggi. L’obiettivo del team di Bottura é creare un perfetto connubio con la storia del brand, la nouvelle cuisine e quindi creare un’atmosfera piacevole per chi si siede a tavola.

BOTTURA
Foto: italiaatavola.net

Massimo Bottura giunge a Maranello per fare ciò che gli riesce meglio: esaltare le proprie origini, la passione che lo lega alla Scuderia Ferrari e la grande cucina italiana, con un guizzo creativo che è linfa vitale del suo lavoro di interpretazione della realtà, del territorio e di chi lo vive.

Tuttavia a Maranello non si  bada solo all’alta cucina. La Ferrari nei giorni scorsi ha lanciato la sua prima collezione di moda, uomo e donna, firmata dal direttore creativo Rocco Iannone, un designer proveniente da Armani.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Binotto: “Può essere una lezione imparata ma dovremmo tenere la testa alta”

 

Giuseppe Cinotti

Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.