F1 | Lotta Ferrari-McLaren: il Cavallino mette la freccia in Messico?

Gli ultimi aggiornamenti hanno rilanciato la Ferrari per il terzo posto iridato: in Messico il Cavallino si prepara al sorpasso su McLaren.

messico ferrari mclaren
Fonte: @unknown

Non solo Verstappen contro Hamilton. Il campionato del mondo 2021 non riserva spettacolo solo al vertice: anche più indietro, osservando la terza posizione iridata, la situazione si fa interessante. Alle spalle del duo Mercedes-Red Bull, l’accesa bagarre per il gradino più basso del podio mondiale riguarda le storiche scuderie di McLaren e Ferrari.

Nonostante la vittoria “papaya” a Monza, la scuderia di Maranello non si è data per vinta, restando in scia – più o meno distante – per tutto l’arco della stagione.

Ora, mentre il 2021 della Formula 1 volge verso il termine, il Cavallino Rampante prepara il contrattacco nella capitale messicana. Dopo aver introdotto il felice aggiornamento all’ibrido in Russia (con Leclerc) ed in Turchia (con Sainz), la Ferrari è pronta in Messico a mettere la freccia e porre il musetto della SF21 davanti a quello della MCL35-M.


Leggi anche: F1 | GP Messico, griglia di partenza – La qualifica delle sorprese e delle penalità


Tornata competitiva anche in campo motoristico, la Ferrari appare favorita nella volata finale che, dalla diciottesima (e quintultima) tappa, vedrà la bandiera a scacchi nell’atto finale di Abu Dhabi.

A Città del Messico le rosse di Sainz e Leclerc si apprestano a scattare rispettivamente dalla sesta e ottava casella dello schieramento. Posizioni che non soddisfano appieno i due piloti (soprattutto Leclerc), che si troveranno comunque in posizione di vantaggio rispetto ai rivali inglesi. Se Daniel Ricciardo occuperà la settima piazza in mezzo ai ferraristi, il compagno Lando Norris sarà costretto a rimontare dalle retrovie.

Il giovane britannico classe ’99 muoverà dalla diciottesima piazzola a causa della sostituzione dell’intera unità motrice. L’occasione messicana per Ferrari è ghiotta, ma la concentrazione dovrà essere mantenuta alta per tutti i 71 giri di gran premio. Se Ferrari uscirà dal Messico davanti a McLaren lo scopriremo dopo 305,354 chilometri.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.