F1 | Mario Isola spiega le modifiche sulla gomma 2021 e perché i piloti non la hanno apprezzata in Bahrain

Ai nostri microfoni Mario Isola ha spiegato quali saranno le differenze tra le gomme del 2021 rispetto a quelle della passata stagione: lo pneumatico è stato modificato nella costruzione e nel profilo della gomma anteriore. Isola ha anche spiegato perché molti piloti si sono lamentati delle performance della gomma nei test di fine stagione

Isola gomme 2021

Qualche giorno fa abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con Mario Isola e tra le varie tematiche non potevano mancare le gomme del 2021. Ai nostri microfoni, Mario ha spiegato quali sono state le modifiche sugli pneumatici che vedremo in questa stagione e per quale motivo sono state effettuate. Isola ha poi spiegato perché alcuni piloti si sono lamentati delle performance delle gomme 2021 nei test: i team hanno preferito raccogliere alcune informazioni senza apportare quelle modifiche che avrebbero permesso alla mescola di performare al meglio.

La necessità di intervenire sulle vetture e sulle gomme (domanda di @fabiod.o.n e @luca_loporchio)

“Durante il lockdown – spiega Isola ad F1inGenerale.com – si era arrivati all’accordo di lavorare su due direzioni parallele: la prima era una modifica al regolamento tecnico con il taglio del fondo approvato;da FIA e team per cercare di avere un livello di carico aerodinamico, ad inizio 2021, al livello di un anno fa. La soluzione che è stata trovata è stata quella di fare modifiche al fondo per togliere il 10% di carico.”



“L’altra direzione era invece di nostra competenza.” – continua Isola – Non potevamo fare uno sviluppo di una nuova mescola, ma potevamo piuttosto fare piccole modifiche alla costruzione della gomma anteriore anche al profilo. Nella posteriore non è stato possibile perché il fianco dello pneumatico è vicino al fondo e non volevamo creare altri problemi alle squadre. Il tutto per rendere questa costruzione più resistente per seguire lo sviluppo aerodinamico e di carico delle vetture. Però immagino che alla fine del 2021 i carichi che vedremo sulle vetture saremo superiori a quelli della fine 2020.”

I test in Bahrain ed Abu Dhabi: perchè le gomme non sono piaciute ai piloti?

Mario Isola ha spiegato perché molti piloti si sono lamentati delle performance delle gomme durante i test nel finale di stagione:

“In Bahrain e Abu Dhabi abbiamo dato delle indicazioni alle squadre, sottolineando ad esempio come la specifica 2021 fosse più sottosterzante della 2020, ma abbiamo comunque lasciato i team liberi di provarle come volevano, perché;quel test era per le squadre per portare a casa dei numeri, indicazioni e dati utili a capire come usare le gomme 2021.;Per cui alcune squadre hanno preferito non ridurre la pressione – come avevamo indicato – o non hanno corretto il bilancio, per questo qualche pilota è stato scontento. In realtà erano tutte scelte degli ingegneri perché per loro era più interessante raccogliere dati piuttosto che trovare;la prestazione, la prestazione la cercheranno nel 2021!” 

Seguici anche su Instagram

F1 | Presentazione Red Bull: ecco le prime foto della RB16B

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"