F1 | Marko: “Leclerc? Il migliore tra i piloti non Red Bull”

Chi è il miglior pilota in Formula 1? Tra quelli non assegnati a Red Bull, chiarisce Helmut Marko, il più talentuoso è senza alcun dubbio Charles Leclerc.

Helmut Marko Leclerc
Helmut Marko. Fonte: gpblog.com

Il monegasco si appresta a vivere la sua terza stagione nella massima categoria. Al di là del bilancio negativo registrato in casa Ferrari nel 2019, il primo anno del giovane con il team ha avuto dello straordinario. Sette pole position ottenute, due vittorie conquistate, e la battaglia vinta, contro Sebastian Vettel, nella classifica piloti.
A Leclerc non manca la fame di vittoria, e ha reso piuttosto chiaro il suo obiettivo nel 2020: vincere il titolo con “la migliora squadra della categoria.”

Gli inizi di carriera non sono stati tra i più floridi per la promessa del Motorsport. Charles non ha ricevuto alcuna offerta da un team di Formula 1 sino al 2016, quando il programma giovanile Ferrari notò il suo talento.

Helmut Marko non ha alcun rimpianto sul gruppo di piloti in Red Bull, ed è particolarmente orgoglioso del giovane e talentuoso Max Verstappen. Tuttavia, quando gli è stato chiesto da Motorsport.com chi fosse il miglior pilota senza contratto con la scuderia austriaca, ha dichiarato: “Leclerc. È abbastanza chiaro sia lui”.

Il team ha sperimentato, nelle ultime stagioni, una carenza di talenti pronti ad occupare i sedili liberi. Ciò ha portato all’ingaggio di giovani piloti come Brendon Hartley, sopravvissuto come titolare per quasi due anni, e Daniil Kvjat, retrocesso in Toro Rosso nel 2016.

Marko, tuttavia, continua a credere che il programma giovanile della scuderia sia la migliore prospettiva per i ragazzi che intendono intraprendere una carriera nelle formule.

“Io dico, senza alcuna arroganza, che i ragazzi, se avessero scelta, preferirebbero lavorare con Red Bull. Non con altri”.

Il programma, aggiunge Helmut, ha dei principi e non abbandona i propri piloti.
“Tuttavia, dopo quello che abbiamo vissuto in quest’ultimo decennio, ormai tutti si portano dietro un avvocato anche per cambiare una singola virgola nel contratto”.
Il dirigente chiarisce: “Abbiamo un sistema e funziona. Non siamo disposti a scendere a compromessi. Offriamo contratti equi”. Helmut Marko Leclerc 

Il team ha infine deciso di allontanarsi dal reclutamento nel karting. E’ un mondo in cui, spiega l’ex pilota, influiscono parecchio sul risultato finale pneumatici, telai e motori. Si entra in contatto con giovanissimi, con poca maturità, che oscillano tra i dodici e i tredici anni. Helmut Marko Leclerc 

 

Seguici anche su Instagram

IndyCar | Honda pone il veto sull’accordo Alonso-Andretti per la 500 miglia di Indianapolis