F1 | Marko sul rinnovo di Perez: “Non ne parleremo prima dell’estate”

Helmut Marko ha dichiarato che Red Bull comincerà a contrattare e valutare il rinnovo di Sergio Perez non prima della pausa estiva per concentrarsi al massimo nella lotta contro la Mercedes.

rinnovo Perez
Foto: Getty Images / Red Bull Content Pool

La Formula 1 arriva in Azerbaijan per il sesto round della stagione 2021 con i primi scenari di mercato che cominciano a svilupparsi. In particolare si tratta del possibile rinnovo di Sergio Perez. Red Bull però preferisce non avviare i negoziati almeno prima della pausa estiva.

Il consigliere della Red Bull Helmut Marko ha rilasciato delle dichiarazioni a riguardo alla testata Formel1.de: “Cominceremo a parlarne non prima dell’estate. Siamo una scuderia molto ricercata nel mercato piloti. Non credo un pilota cominci a contrattare con un altro team prima di provarci con noi. Noi però siamo concentrati sul campionato al momento. Non c’è motivo di essere preoccupati in vista dell’anno prossimo. Sarà certamente un pilota competitivo, ma c’è tempo”.

Perez si è dimostrato molto solido in gara ma pecca in qualifica. Al sabato l’unica sessione eccellente finora è stata ad Imola con il secondo posto a 35 millesimi dalla Pole, davanti però al suo compagno di squadra; nella media il quarto posto a Portimao. Il messicano invece ha faticato molto in Bahrain, addirittura escluso dal Q3 con la P11, solo ottavo e nono in Spagna e a Monaco.

F1 | Lotta Red Bull-Mercedes, Horner: “Disperato bisogno di Perez”

In gara invece Perez è stato autore di ottime prestazioni, sebbene non sia mai salito sul podio. Da segnalare la buone rimonte in Bahrain e Spagna concluse al quinto posto e l’ottima risalita a Monaco dalla nona alla quarta piazza finale a ridosso del podio. Quarto posto tranquillo in Portogallo, da dimenticare il GP dell’Emilia Romagna chiuso all’11° posto dopo l’errore alla Villeneuve.

Ad evidenziare questi risultati è lo stesso Marko: “Cominciamo dal lato positivo: la performance in gara. E’ molto buono, talvolta anche a livello di Max. Lo ha mostrato a Monaco con l’overcut che ha fatto. Ci sono stati tre o quattro giri in cui è stato il più veloce in pista con gomme molto usurate. Quindi il passo in gara è lì. L’area in cui fatica ancora è il passo in qualifica. C’è la necessità di vedere un miglioramento in quel campo”. 

In classifica Perez ha meno della metà dei punti del suo compagno di squadra che conduce il mondiale. Tuttavia è molto vicino (soli 3 punti di distacco) a Valtteri Bottas con due ritiri.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Giusto penalizzare chi causa una bandiera rossa? Il parere dei piloti

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.