F1 | Masi duro sul burn-out di Verstappen al termine del GP di Stiria: “Non saranno più tollerati gesti simili”

Il direttore di gara, Michael Masi, ha dichiarato che non saranno più permessi gesti come il ‘burn-out’ di Max Verstappen al termine del GP di Stiria.

burn put verstappen stiria
Foto: unknown

A termine di una gara dominata dall’inizio alla fine, Max Verstappen si è lasciato andare al più classico dei ‘burn-out’ per celebrare la vittoria del GP di Stiria. Un gesto, quello dell’olandese, che non è piaciuto al direttore di gara Michael Masi. Proprio Masi ha voluto immediatamente chiarire la situazione affermando che non verranno più tollerati gesti come quello dell’olandese. La ragione che ha spinto la FIA a prendere questa decisione sta nel regolamento sportivo.

Secondo l’articolo 43.3, infatti, “il pilota vincente può celebrare prima di raggiungere il parco chiuso, purché attraverso azioni sicure che non mettano a rischio altri piloti o ufficiali”. La brusca frenata di Verstappen avrebbe potuto rappresentare un pericolo qualora qualche pilota si fosse solo all’ultimo dell’azione dell’olandese.


Leggi anche: F1 | Gp Stiria 2021 – Mercedes, Andrew Shovlin: “La macchina era al limite e non potevamo fare di più”


Queste le parole di Masi a fine gara: “Non è stata una situazione ideale. Per questo motivo ho parlato immediatamente con il team. Mi sento di dire che gesti simili non verranno tollerati in futuro“.

Una situazione simile era già capitata nel campionato di Formula Renault 3.5 nel 2015. Sempre sul circuito austriaco Roberto Merhi rallentò in maniera eccessiva sulla linea del traguardo per festeggiare provocando un terribile incidente con Nicholas Latifi che arrivava a tutta velocità dietro di lui. Per questo Merhi fu squalificato dal weekend di gara.

Dal momento che il ‘born-out’ di Verstappen non ha messo a rischio nessuno non sono stati presi provvedimenti.

Seguici anche su Instagram