F1 | Masi e l’unsafe release: “Da ora, solo penalità in termini di tempo”

Dopo la multa data a Ferrari per l’unsafe release di Charles Leclerc, Michael Masi ha chiarito i termini della punizione per tale scorrettezza. Penalità Unsafe Release

Foto: F1TV

Il GP di Germania ha visto incredibili battaglie in pista, oltre a ben 78 cambi gomme, uno dei quali ha causato un episodio pericoloso tra Charles Leclerc, che usciva dalla propria piazzola, e Romain Grosjean, che si apprestava ad entrare, atteso dalla propria squadra. Penalità Unsafe Release Penalità Unsafe Release

La penalità inflitta, in quel caso, non furono i canonici cinque secondi al pilota, bensì una multa di 5000 Euro a carico della squadra, in quel contesto la Ferrari.

Ma, come trapelato dall’incontro, nel weekend del GP di Ungheria, dei team con il direttore di gara Michael Masi, la sanzione universalmente accettata sarebbe soltanto quella in limiti di tempo e non di denaro. La pena pecuniaria, infatti, non soddisferebbe nessuna delle due parti in causa, poiché ci sarebbe più margine di rischio, essendo una somma non sufficientemente alta per creare un deterrente.

Le parole di Masi

“Abbiamo avuto una discussione ed è stato deciso che da questo fine settimana [di Ungheria] si dimentica riguardo a cos’è successo nella prima parte dell’anno e durante la gara, se risulta esserci un unsafe release, allora ci sarà una penalità in tempo, che ci sia un effettivo vantaggio o meno”

“Dunque non ci saranno differenze.” Ha sottolineato il direttore di gara “Le squadre sono tutte abbastanza felici di cominciare il prossimo fine settimana di gara e ogni scuderia e team principal è stata avvertita di questo”.

Per quanto riguarda la sanzione nel GP di Germania, Masi sottolinea come quella fosse una penalità corretta, ma voleva cambiare l’approccio della FIA, se i teams non fossero stati concordi nel voler qualcosa d’altro.

“Sono aperto a ogni consiglio. Ho detto ad alcuni che se tutte le squadre hanno voluto che questo fosse il metodo da noi utilizzato, senza pensare ai precedenti. Contando che noi ne siamo soddisfatti, allora ottimo. E così è stato”

“Quindi non ci sono problemi da parte mia. Per le libere e le qualifiche gli unsafe release sono altra storia, ma per la gara si è deciso per la sanzione di cronometrica.” Ha così concluso il direttore di gara.

Seguici su Instagram

GT italiano: cause e rimedi per la situazione attuale