F1| Masi: “Nessuna decisione che i commissari prenderanno sarà popolare”

Secondo Masi, le recenti polemiche riguardi alle decisioni dei commissari della Formula 1 sono causate in gran parte dall’agguerrita lotta per il campionato del mondo tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Masi affronta anche la critica che riguarda i lunghi tempi con cui i commissari hanno comunicato le loro decisioni.

Masi commissari
Credits dal web

Michael Masi è tornato a parlare del ruolo che stanno svolgendo i commissari in quest’ultima parte di campionato,  a causa dell’agguerrita lotta per il titolo tra Hamilton e Verstappen, non solo in pista.

Gli steward hanno preso una serie di decisioni ad alto rischio nelle ultime gare: dalla squalifica di Hamilton dalle qualifiche in Brasile al controverso episodio in gara tra Hamilton e Verstappen. La richiesta della Mercedes di rivedere questa azione è stata respinta. I commissari sono infine intervenuti perché Verstappen non ha rallentato per le bandiere gialle in Qatar, penalizzando di cinque posizioni.

Inevitabilmente questi interventi degli steward hanno condizionato la battaglia in pista, infiammando maggiormente la rivalità tra Red Bull e Mercedes.

Gruppo di stewards fisso o a rotazione?

Le polemiche hanno spinto alcuni a suggerire che il gruppo a rotazione degli steward della F1 dovrebbe essere sostituito con un unico gruppo permanente. Tuttavia Masi non è convinto che le decisioni sarebbero viste più favorevolmente se fossero prese dallo stesso gruppo di steward in ogni weekend di gara.

Avere gli Stewards a rotazione garantisce un aspetto che a suo tempo una persona molto saggia mi aveva fatto notare. Di fronte a giurie sempre diverse non può sussistere il dubbio che ci siano dei pregiudizi nei confronti di un pilota”.

Masi ha detto di avere fiducia nell’attuale squadra di commissari. Crede che l‘intensità della lotta per il campionato sia la ragione per cui le decisioni degli steward stanno affrontando un maggiore controllo e critiche. Questa è la lotta per il titolo più serrata da quando Masi è diventato direttore di gara all’inizio del 2019.

Dobbiamo fare un passo indietro e ricordare che è la prima volta da molto tempo che assistiamo a una vera lotta per il campionato tra due piloti fantastici, due team fantastici“, ha detto. “Nessuna decisione che prenderemo sarà popolare”.


Leggi anche: F1 | Masi: “Criticare i commissari è inaccettabile”


Le critiche agli steward riguardo alle tempistiche delle comunicazioni

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, è stato ammonito formalmente dopo aver criticato il marshall la cui bandiera gialla ha portato alla penalità di Verstappen. Masi affronta anche la critica che riguarda i lunghi tempi con cui i commissari hanno comunicato le loro decisioni.

È una quantità di tempo insolita, ma penso che siano semplicemente dovuto a ciò che è in gioco. Penso che ci sia un enorme attenzione in ciascuna di queste decisioni. Quindi penso che siano molto consapevoli di voler prendere la decisione giusta, quindi prendono il tempo necessario per arrivare a queste decisioni“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.