F1 | Max Verstappen: “Imola? La Formula 1 ha bisogno di piste storiche”

In un’intervista rilasciata in questi giorni Max Verstappen ha sottolineato il fatto che la Formula 1 ha bisogno di piste storiche come Imola nel calendario.

Max Verstappen Imola
Foto: grandprix247

La pandemia scoppiata a livello globale ha costretto FIA e Liberty Media a rivedere quello che era il calendario inizialmente previsto per il Mondiale 2020. L’evolversi del virus ha portato alla cancellazione di eventi storici come quello del Principato di Monaco o la classica gara inaugurale in Australia. Allo stesso tempo sono state inserite piste che da tempo non ospitavano le quattro ruote, come nel caso di Imola, del Mugello o del Nurburgring. Proprio questi Gran Premio hanno saputo emozionare in maniera particolare tifosi e piloti che a gran voce ne chiedono la riconferma .Ne ha parlato persino Max Verstappen che, nel corso di un’intervista rilasciata in questi giorni, ha sottolineato come sia importante per la Formula 1 avere tracciati storici come Imola all’interno del calendario.

 “Abbiamo assistito a delle belle gare. Portimao è stata affascinante ma spero che possa esserci maggiore grip se torneremo l’anno prossimo. Imola invece è stata spettacolare, ha un layout davvero vecchia scuola, così come il Nurburgring. Ci sono diverse piste storiche che potrebbero far parte del calendario”. Se dovessi sceglierne una sarebbe Imola. Non puoi permetterti di sbagliare. Sei vai largo sei fuori. Credo che sceglierei Imola, anche se anche il Mugello è stato molto bello. So che è difficile ma mi piacerebbe che alcuni eventi presenti nel calendario venissero sostituiti da alcune delle gare che abbiamo disputato in questa stagione”.

Stando a quanto riportato dalla FIA e da Liberty Media il calendario del 2021 dovrebbe essere molto simile a quello previsto inizialmente per il 2021 anche se potrebbero esserci aggiunte o modifiche dell’ultima ora.

Seguici anche su Instagram

F1 | Felipe Massa: “Hamilton? Forse il migliore di sempre. Scommetterei su Max e Charles”