F1 | Mazepin denuncia la Haas dopo il licenziamento: “Non ho visto i miei soldi”

Nikita Mazepin si dice pronto a denunciare la Haas dopo il licenziamento.  Il pilota russo ha affermato di non aver ricevuto lo stipendio dello scorso anno.

Mazepin Haas licenziamento
Nikita Mazepin – Foto: Unknown

Il rapporto tra Nikita Mazepin e la Haas non si è concluso nel migliore dei modi. A causa della situazione geopolitica attuale, il team americano ha deciso di licenziare Mazepin per poi terminare i rapporti con lo sponsor russo “Uralkali”.

Mazepin ha fatto sapere di aver denunciato la sua ex squadra che non avrebbe ancora pagato gli arretrati dello stipendio dello scorso anno. 

“Quando mi è stato cancellato il contratto la Haas doveva già pagarmi gli stipendi arretrati e non lo ha ancora fatto. Mi sembra normale che un datore di lavoro paghi almeno fino al momento del licenziamento: probabilmente mi devono anche un po’ di TFR. Tutto ciò significa solo che gli obblighi contrattuali non sono stati rispettati, quindi li porterò in tribunale.”


Leggi anche: F1 | Juri Vips sospeso da Red Bull con effetto immediato


Mazepin ha inoltre spiegato che il suo licenziamento da parte di Haas non ha nulla a che fare con la decisione di annullare il rapporto con lo sponsor russo Uralkali. Il russo crede infatti che le due decisioni siano state prese separatamente visto che anche i contratti erano slegati uno dall’altro.

“Bisogna capire che i due contratti erano indipendenti. La risoluzione del contratto con Uralkali non ha avuto un impatto diretto sul mio futuro. Voglio dire, hanno preso due decisione separate. Non ho visto i miei soldi, quindi andremo in tribunale, punto!“, ha aggiunto Mazepin.

Il russo ha concluso il discorso tornando a parlare del trattamento ricevuto dal momento del licenziamento in poi, rimarcando il fatto che non c’è stata nemmeno la possibilità di un dialogo.

“Appena mi hanno licenziato mi hanno eliminato da tutti i gruppi Whatsapp del team, non permettendomi di dialogare con loro. Ovviamente ho avuto un po’ sostegno da parte di qualche pilota: diversi piloti che sono nella top 5 attuale mi hanno scritto in privato.

Seguici anche su Instagram

mm

Daniele Lo Re

Classe 2002 Bolzano, Alto Adige