F1 | McLaren contro l’aumento di budget per le sprint race. Zak Brown: “Per le squadre più grandi sarebbe un vantaggio”

Zak Brown è contrario alla possibilità di aumentare il budget per coprire eventuali danni nelle sprint race

Brown sprint race
Foto: Zak Brown twitter

Il direttore esecutivo della Mclaren, Zak Brown, si è detto contrario alla possibilità di aumentare il limite di bilancio per coprire eventuali danni nelle sprint race.

L’americano sostiene che il 2021 è stato un anno con pochi incidenti. Da parte sua, vuole evitare che alcune squadre sfruttino questo nuovo formato per poter spendere più soldi.

Nel 2021, la Formula 1 ha dato un extra di 375.000 euro alle dieci squadre per partecipare alle tre sprint race, che saranno sei nel 2022.

Tuttavia, Brown si è opposto all’aumento del limite di bilancio per coprire i problemi che porta con sé questo nuovo formato. Perché questo potrebbe dare la possibilità a qualche grande squadra di aumentare le spese.


Leggi anche: F1 | Vasseur sicuro: “Bottas in Alfa Romeo può rinascere fuori dall’orbita di Hamilton”


Alcune squadre vogliono cogliere l’occasione per avere più qualifiche sprint per aumentare il limite di spesa. Siamo rigorosamente contrari, quindi dovremo occuparci della questione. La realtà è che l’anno scorso ci sono stati pochissimi danni“, ha spiegato Brown.

Abbiamo dato per scontato che ci sarebbero stati pochissimi danni e così è stato. Tuttavia, alcune squadre vogliono cogliere l’occasione per aumentare il budget di una quantità ridicola“, ha aggiunto.

D’altra parte, Brown crede che la gestione di un budget faccia parte dello spirito della Formula 1. Vuole, inoltre, evitare che le squadre più ricche abbiano un vantaggio di spesa rispetto ai più umili. A partire da questa stagione, le nuove regole e i limiti di bilancio cercheranno di fare questo.

Potrebbe essere una novità per alcuni team dover gestire un budget, ma penso che faccia parte dello spirito della Formula 1. Devi impedire a certe squadre di cogliere l’opportunità di aumentarlo continuamente, dobbiamo resistere“, ha detto Brown.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter