F1 | Mercedes: errore al pit stop? Hamilton poteva restare davanti: “Uscirai 1,5 secondi davanti a Max”

Analizziamo quello che è stato il momento chiave del GP di Francia quando Max Verstappen ha sorpassato Lewis Hamilton che stava uscendo dai box.

Mercedes pit stop
Credits: F1.com

Questo 2021, per la F1, si sta rivelando molto più emozionante del previsto, con i duellanti Verstappen ed Hamilton che stanno continuando a far divertire il pubblico. Anche sul circuito del Paul Ricard i due hanno lottato fino alla bandiera a scacchi, con l’olandese che si è portato a casa la terza vittoria stagionale. Hamilton è arrivato secondo, contento ma non troppo dato che Verstappen lo ha beffato al penultimo giro. Una battaglia che ha preso vita sin dalla partenza, con il pilota Mercedes che aveva preso la leadership della gara approfittando dell’errore del rivale. Tutto si è poi deciso con il valzer dei pit stop tra Mercedes e Red Bull.


Leggi anche: F1 | Statistiche GP Austria 2021 – da Osterreichring a Red Bull Ring: i numeri della gara austriaca


Il momento chiave del gran premio è al 20° giro. Lewis Hamilton entra ai box per effettuare il pit stop, con gli ingegneri che lo chiamano contro la sua volontà. L’inglese aveva detto più volte che le sue gomme erano ancora buone e poteva mantenere il suo ritmo. Hamilton era stato rassicurato che la Red Bull sarebbe rimasta alle sue spalle, ma le cose non sono andate come previsto. Nonostante un buon pit stop (2.2 s), il 7 volte campione del mondo vede sfilare la Red Bull RB16B di Verstappen.

In casa Mercedes sono rimasti sorpresi. Non si aspettavano minimamente che l’olandese potesse riprendersi la posizione, anche perché il margine c’era. Il motivo per il quale la Red Bull è tornata davanti è, in gran parte, frutto di una magia di Max Verstappen, che ha effettuato un out-lap incredibile, segnando un 1:39.966 che gli ha consentito di riprendersi la leadership.

A testimoniare la sorpresa del muretto del team di Brackley sono le comunicazione radio con il #44 di Stevenage durante le fasi della sosta. In team radio così Bono ha comunicato a Lewis: “Dovresti rientrare in pista 1,5 secondi davanti a Verstappen”. Mai si sarebbero aspettati di trovarselo davanti, la comunicazione dal muretto mentre Hamilton è in uscita dalla corsia box è eloquente: “Verstappen è accanto a te!”, ma era già troppo tardi.

Il pilota Red Bull ha poi effettuato un secondo pit stop, pit stop che invece Mercedes non ha voluto fare. La strategia della scuderia austriaca si rivela quella vincente. Verstappen sorpassa prima Bottas e poi Hamilton, al penultimo giro, andando a conquistare una fantastica vittoria, che gli permette di allungare nel mondiale.

Seguici anche su Instagram

Michele Guacci

Un classe 2003 appassionato di F1 sin da piccolo e cresciuto con il duello Alonso-Vettel.