F1 | Mercedes esclude che il DAS possa aver contribuito alle forature di Silverstone

Lo Strategy Director Vowles, nel post gara di Silverstone, ha escluso che il DAS possa aver contribuito alle forature dei due piloti Mercedes.

mercedes das forature silverstone

Il Gran Premio di Gran Bretagna, corso lo scorso weekend, ha visto per gran parte della gara un dominio da parte del team di Brackley. Negli ultimi giri della gara a Silverstone però entrambi i piloti Mercedes hanno sofferto di forature che hanno impedito la doppietta al team: dopo il GP sono sorti alcuni dubbi su una possibile responsabilità del DAS in merito.

La gomma anteriore sinistra di Valtteri Bottas ha ceduto a tre giri dal termine della corsa, portando il finlandese all’undicesima posizione e complicandone la lotta per il titolo.

Lo stesso pneumatico, sulla vettura numero 44 di Hamilton, ha subìto la foratura durante l’ultimo giro. Gli ultimi chilometri sono stati complicati per il britannico, che è però riuscito a tagliare il traguardo in prima posizione.

Subito dopo la gara, le versioni di Hamilton e di Pirelli erano differenti: era colpa dei detriti o dei troppi giri sulla medesima gomma? Ma soprattutto, il DAS potrebbe aver avuto un ruolo in merito?

A riguardo è intervenuto lo Strategy Director di Mercedes James Vowles durante il post-gara di Silverstone:Posso categoricamente escludere che il DAS possa aver contribuito alle forature“.

“Prima di tutto – continua Vowles non abbiamo utilizzato sempre il DAS, ma solo in alcuni frangenti ad inizio gara; inoltre lo stesso problema lo ha avuto anche Sainz, su una vettura che non utilizza il sistema di Mercedes”.

“La realtà è che la Safety Car dei primi giri ha spinto tutti a fare uno stint davvero molto lungo”.


Pirelli, per il secondo round di Silverstone, aumenterà la pressione minima delle gomme nel tentativo di evitare altre forature. Resta invariata la decisione di portare pneumatici di uno step più morbidi.

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | Binotto cede la direzione tecnica Ferrari: “Ci sono persone giuste nel ruolo giusto”

 

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.