Formula 1

F1 | Mercedes: un primato storico per una squadra di Formula 1

Il campionato 2024 non è ancora iniziato, ma Mercedes guarda in avanti e si impegna nel Climate Pledge, un primato in Formula 1.

La sostenibilità in Formula 1 sta diventando un tema sempre più centrale. Dalla riorganizzazione degli spostamenti all’utilizzo di carburanti alternativi, per non citare anche le limitazioni al flusso di carburante. Dopo l’iniziativa Net zero 2030, Mercedes gioca di anticipo sulle altre squadre e firma l’accordo Climate Pledge. Un cambiamento che ha coinvolto anche Aston Martin, che punta alla sostenibilità energetica.

Climate Pledge Mercedes
Un accordo storico per la scuderia di Brackley, Crediti: Mercedes Press Office

Questa iniziativa vede la sua origine nel 2019 per volere di due entità, Global Optimism e Amazon con l’obiettivo di raggiungere gli obiettivi fissati negli accordi di Parigi per il 2040. Un vantaggio di 10 anni rispetto al target fissato a livello internazionale. L’ingresso di Mercedes in questa famiglia si aggiunge alle oltre 450 aziende o organizzazioni che hanno firmato il Climate Pledge. Si tratta di un impegno a livello globale per garantire la trasparenza sull’attuazione delle loro strategie di decarbonizzazione. Inoltre, sarà fondamentale per tenere traccia delle azioni intraprese per neutralizzare le emissioni rimanenti con compensazioni quantificabili, reali e socialmente utili.


Leggi anche: F1 | Williams ora si allinea agli altri team, arriva un volante tutto nuovo


“La firma del Climate Pledge è un’ulteriore dimostrazione del nostro intento di operare secondo i più alti standard di sostenibilità”. Queste le parole di Toto Wolff dopo la firma di questo storico accordo. “Vogliamo vincere grazie a prestazioni elevate e sostenibili, e vincere entro i confini societari e planetari che esistono. La possibilità di collaborare con molte di queste organizzazioni leader, che lottano per lo stesso obiettivo, offre notevoli vantaggi a tutti i firmatari”.
“Abbiamo già intrapreso azioni coraggiose per affrontare e ridurre in modo significativo le nostre emissioni acquistando carburanti alternativi per i viaggi sia terrestri che aerei. Nel 2022, siamo riusciti a risparmiare oltre 2.600 tonnellate di CO2 a un investimento pionieristico nel carburante per l’aviazione sostenibile, con una conseguente riduzione del 21% delle emissioni dei nostri viaggi aerei. In seguito a una sperimentazione di successo, l’uso del biocarburante HVO100 nei nostri camion e generatori per le gare e l’hospitality durante la stagione europea 2023 ha consentito di risparmiare 339 tonnellate di anidride carbonica.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter


 

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.