F1 | Mercedes, Wolff: “Cambieremo materiale e design del dado”

Mercedes reagisce all’inconveniente che a Monaco ha impedito a Bottas di lottare per il podio; Toto Wolff conferma cambiamenti al dado.

Il weekend complicato di Mercedes, in quel di Monaco, è divenuto disastroso nel momento in cui, durante la tornata numero 30, la prima Mercedes in pista, quella di Valtteri Bottas, è stata costretta al ritiro. Il 31enne di Nastola era scattato alle spalle di Verstappen ed era riuscito a difendersi da Sainz in partenza, mantenendo una P2 che sarebbe stata assai importante per il team in ottica costruttori. mercedes dado wolff

Ciò che accade nel corso del trentesimo giro però distrugge la gara di Bottas. La Mercedes #77 rientra ai box per la prima ed unica sosta programmata del GP. Il pit stop appare da subito lento, a causa di un problema allo pneumatico anteriore destro. Problema che non viene risolto: dado spanato e vettura costretta al ritiro.

Toto Wolff, team principal della scuderia di Brackley, ha difeso quanto svolto dai meccanici, lasciando alcune responsabilità dell’accaduto al pilota stesso. Il boss austriaco ha inoltre anticipato la modifica del pezzo problematico: “Tanti fattori hanno contribuito ad un problema così catastrofico. Dobbiamo rivedere il design ed il materiale del nostro dado: i meccanici che operano sul dado devono poter lavorare con la serenità che quest’ultimo non si possa rovinare”, ha dichiarato Wolff.

Componenti come il dado delle ruote sono sovente sistemati dalle squadre. Un esempio lampante è Ferrari che, dopo aver modificato il componente, ha avuto un netto miglioramento nei tempi di pit-stop rispetto all’anno passato.

Wolff ha poi concluso: Il meccanico che era all’anteriore destra è uno dei nostri migliori. Non è mai errore di qualcuno specifico, ci sono tante sfaccettature. In questi casi bisogna sapere controllarsi e chiedersi cosa si sarebbe potuto fare meglio. Solo creando un ambiente disteso, dove le persone si possono parlare, puoi trovare le soluzioni per migliorare in futuro”. mercedes dado wolff

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.