F1 | Mika Salo rischia il licenziamento dopo i fatti di Sochi ma minimizza: “Tutte stronzate”

Il commissario di gara del GP di Russia ha negato di aver anticipato la penalità ai commentatori della televisione finlandese. L’ex pilota rischia il licenziamento per la violazione del codice etico. Mika Salo Hamilton

Mika Salo, commissario di pista nel GP di Russia 2020

Ha fatto discutere non poco la telecronaca dell’emittente finlandese “CMore” che, già prima dell’inizio della gara, aveva preannunciato l’insolita doppia penalità di 5 secondi per il campione del mondo inglese. Mika Salo Hamilton

Come spesso accade in questi casi il web si è subito scatenato contro Mika Salo e sulla possibile fuga di informazioni direttamente dal collegio dei commissari. L’ex pilota finlandese ha ovviamente smentito duramente queste affermazioni nel post gara.

“Non c’è molto da aggiungere, è completamente una stronzata”, ha spiegato Salo al portale Iltalehti. “Ormai sul web chiunque può esprimere la propria opinione. Bisognerebbe analizzare quanto successo e magari chiedere ai telecronisti dove hanno reperito quelle informazioni.”

È inutile discutere, a parlare sono persone che non conoscono nulla di questo mondo”.

Come in ogni sport, un arbitro non può soddisfare tutte le tifoserie ed è normale che sia contestato e sempre al centro delle polemiche.

“Alcuni miei colleghi sono stati minacciati di morte [ad es. Emanuele Pirro dopo il GP del Canada 2019] e io stesso sono stato vittima di minacce dai fans olandesi quando ho penalizzato Max Verstappen nel 2017. È assurdo questo atteggiamento dei tifosi nello sport”, ha proseguito Salo.

Secondo quanto rivelato dalla testata tedesca Bild, la FIA sta analizzando la situazione e il commissario di pista finlandese rischia il licenziamento qualora le accuse si rivelassero vere. A poco più di 24 ore dalla conclusione della gara anche i commentatori di CMore hanno confermato di non aver ricevuto alcuna soffiata dal connazionale.

“Ovviamente non siamo stati avvertiti da Mika Salo, per obblighi professionali non può comunicare con l’esterno. Non c’è altro da aggiungere”, ha concluso Niki Juusela.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | La FIA aveva già deciso di penalizzare Hamilton prima della gara. Perchè ha aspettato l’8° giro?

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.