F1 | Modifiche nella procedura dei pit stop? Cosa cambia in Ferrari con le norme anti-covid

Come si organizzerà la Ferrari con le norme anti-covid? Mekies rassicura che la velocità dei pit stop rimarrà; invariata nonostante la riduzione del personale, ma verranno create bolle sociali per evitare il rischio di focolai all’interno del team

Ferrari covid

Con le normative introdotte per evitare il diffondersi del virus, la Formula 1 assumerà un aspetto nuovo: i team dovranno organizzarsi per; ridurre il numero del personale presente in pista fino a raggiungere il tetto massimo di 80 soggetti. ferrari covid

Inoltre, per evitare lo sviluppo di focolai all’interno delle quadre, i grandi team come Ferrari hanno creato delle vere e proprie bolle sociali, per cui i due grandi gruppi di meccanici dei due rispettivi garage lavoreranno il più separati possibile. Il distanziamento sociale sarà invece più difficile da rispettare tra i membri del team che sono solitamente costretti a lavorare a stretto contatto tra loro. Dunque i lavori all’interno del singolo garage richiederanno inevitabilmente più tempo.

Malgrado le limitazioni del personale, Laurent Mekies, direttore sportivo ferrari, rassicura che il numero di meccanici coinvolti durante la procedura dei pit stop rimarrà invariato, dunque quest’ultimi verranno effettuati come sempre in pochissimi secondi:

“Ora dobbiamo rispettare un limite massimo di personale di 80 soggetti in totale, quindi abbiamo dovuto tagliare principalmente tutte quelle figure non prettamente tecniche. Proprio per questo motivo non credo che le procedure dei pit-stop subiranno cambiamenti effettivi. Ovviamente ci sarà qualche cambiamento dato che abbiamo cercato di portare in pista il minor numero possibile di soggetti, ma nel complesso non si vedrà un grande cambiamento nel numero di persone coinvolte nel pit stop.”


Abbiamo ridotto di molto il personale per fare quante più cose possibili a distanza. Come sapete, in Ferrari abbiamo quello che chiamiamo “parallel box”, ossia il remote garage che supporta le nostre operazioni. Dunque tutto quello che potremo lo faremo a distanza, proprio come penso faranno anche gli altri team, così come la FIA.”

“Dunque, per quanto riguarda i pit stop, la procedura rimarrà invariata proprio come il numero di persone coinvolte.”

F1 | Ecclestone risponde a Liberty Media: “Gli consiglierei di non bandirmi dalla Formula 1”

Elena Galli

Ragazza di 20 anni, super-appassionata di Formula 1, scrivo per trasmettere qualcosa di questo mondo meraviglioso.