Formula 1Interviste

F1 | Montezemolo deluso da un ex pilota Ferrari: “Poteva essere quello di riserva”

Luca Cordero di Montezemolo si dice “deluso” da un ex pilota Ferrari, dicendo che sperava di vederlo in un altro ruolo nel team.

Luca Cordero di Montezemolo è noto per il suo lungo legame con la Ferrari. L’imprenditore è stato direttore sportivo della scuderia nel 1974, quando c’era il duo Niki Lauda e Clay Regazzoni. Poi presidente della stessa dal 1991 al 2014.

Copyright: Michele Lotti – Archivio Ufficio Stampa PAT/Ufficio Stampa di Trento

Nel corso della sua carriera, Montezemolo ha visto passare leggende della Formula 1 in Ferrari. Indimenticabile il suo stretto legame con Michael Schumacher; insieme al tedesco, l’ex politico ha creato un’epoca d’oro per il team di Maranello.

In un’intervista con La Gazzetta, Montezemolo ha ricordo i tempi in Ferrari, parlando proprio dei successi realizzati con il sette volte campione del mondo. Poi, l’imprenditore bolognese ha toccato un suo tasto dolente, rivelando di essere rimasto “deluso” da un ex pilota, promessa della Ferrari.

“Sono deluso dal fatto che Mick Schumacher non sia diventato il terzo pilota della Ferrari. Sarebbe stato perfetto per questo lavoro”.

Il figlio d’arte è stato scaricato dalla Haas al termine della stagione 2022, e al suo posto è subentrato Nico Hulkenberg. Successivamente, il giovane Mick ha lasciato la Ferrari Driver Academy nel dicembre 2022.

Toto Wolff non ha perso tempo a ingaggiarlo come terzo pilota per la Mercedes; la stessa scuderia che accolse suo padre dal 2010 al 2012 (e con la quale terminò la sua carriera in Formula 1).

Se Montezemolo si è detto deluso dal giovane Schumi, Wolff non è dello stesso parere. Il boss Mercedes ha elogiato il suo lavoro al simulatore, spiegando come abbia contribuito “a migliorare il lavoro prestazionale della vettura in pista.”

Il contratto da terzo pilota si estende anche con la Williams e la McLaren. Infatti, i due team sono in partnership con la Mercedes.

Crediti immagine di copertina: Copyright: Chistian Lutz / Agence VU

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter