F1 | Morto Jürgen Hubbert, ex dirigente Mercedes

Morto Jurgen Hubbert, aveva 81 anni. Ha riportato Mercedes in F1.

HUBBERT
Foto Fanpage.it: Hubbert, ex dirigente Mercedes

Jurgen Hubbert è stato l’uomo che ha riportato la Mercedes in Formula 1. Il suo mondo lo ha ricordato con affetto e rispetto.

Hubbert era nato nel 1939 e dopo essersi laureato a Stoccarda, ha avuto una carriera eccezionale e ha capito che la Mercedes doveva entrare a far parte del mondo del motorsport. Ed ecco che arrivò il debutto nel DTM prima della Formula 1. Ma a metà degli anni ’90 la Stella a tre Punte ritorna e lo fa da motorista. Dopo annate alterne, tra gioie e dolori, giungono i titoli mondiali di Mika Hakkinen che vince nel 1998 e nel 1999 con la McLaren motorizzata Mercedes.

Dopo varie posizioni dirigenziali presso l’azienda, era stato responsabile del settore automobilistico dall’inizio degli anni ’90 in poi e aveva ampliato la gamma, includendo la Classe A, la Classe M, la CLK. Ha giocato inoltre un ruolo fondamentale nell’integrazione del marchio Smart all’interno del gruppo.


Quindi Hubbert ha avuto un enorme impatto anche al di fuori del motorsport, essendo una figura chiave nel lancio di alcune delle auto stradali più note.

A ricordarlo è stato anche Ola Källenius, presidente del consiglio di amministrazione di Daimler: Con integrità, spirito innovativo e grande successo, ha plasmato Mercedes-Benz per sempre. Juergen Hubbert era Mr. Mercedes“, ha dichiarato.

La Mercedes è stata la prima a twittare:Siamo profondamente tristi per la scomparsa del Professor Jürgen Hubbert, ex consigliere di amministrazione di Daimler AG. Lui è stato ambasciatore della nostra azienda 40 anni. Ci mancherà.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Calendario F1 2021 | Anche Monaco, Baku e Montreal a rischio, torna il Mugello?

Giuseppe Cinotti

Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.