Formula 1

F1 | Morto Pietro Corradini, storico meccanico Ferrari

Pietro Corradini è morto, lutto nel mondo della Formula 1: era lo storico meccanico Ferrari.

La Ferrari dice addio a un meccanico leggendario: Pietro Corradini è morto. La notizia è stata data in giornata odierna da Sky Sport F1, durante la sessione pomeridiana dei test di F1 del 2024 in Bahrain.

Nato a Formigine, in Emilia Romagna, Corradini è stato un volto storico della scuderia di Maranello. Il suo arrivo nella scuderia italiana risale negli anni ’70, e lì è rimasto per trent’anni.

Credits: Screenshot “Quotidiani Online S.r.l.” on Vimeo

Nel corso della sua lunga carriera ha visto sbocciare molti piloti, come Ayrton Senna (che ha seguito da quando correva sui kart), e Gilles Villeneuve (di cui ne ha sempre ricordato il coraggio).

Pietro Corradini si è spento oggi all’età di 77 anni, secondo quanto rivelato da Sky Sport F1.

Roberto Chinchero lo ha ricordato, ripercorrendo i tempi in cui la figura del meccanico di pista era quella che si vedeva maggiormente in pitlane. “Era una presenza fissa, sempre al servizio dei suoi piloti”, ha raccontato il giornalista.Lo ricordo soprattutto insieme a Gerhard Berger. Anche come meccanico di Clay Regazzoni. E’ un pezzo di una Ferrari che ci lascia purtroppo, e la cosa non può che colpire.”

Anche Ivan Capelli ha voluto condividere un suo pensiero. “Pietro Corradini correva anche lui nei kart, nella categoria 125. All’epoca gli impegni dei meccanici non erano così pregni”, ha spiegato, sottolineando come le gare era in numero minore rispetto all’affollato calendario della Formula 1 odierna (ricordiamo che quest’anno avremo ben 24 Gran Premi, tra cui 6 gare Sprint).

“Pietro lo passava in mezzo a quelli che lo facevano per amore di questo sport, i kartisti. Tante volte l’ho visto correre, e abbiamo scambiato parole e pensieri, ritrovandoci poi in Formula 1, quando veniva coi meccanici a Imola”, ha aggiunto Capelli.

Crediti immagine di copertina: QuattroRuote.it

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter