F1 | Movimento volante Mercedes: DAS 2.0?

Guardando alcuni video sul canale YouTube della F1 abbiamo notato un leggero movimento assiale del volante della Mercedes di Lewis Hamilton in fase di frenata: sarà un DAS 2.0?

Movimento volante Mercedes

Lewis Hamilton ha vinto il GP del Brasile, guardando alcuni video abbiamo notato un movimento non “convenzionale” del volante della sua Mercedes durante il weekend: si tratta di un DAS 2.0?

Guardando attentamente questo video della sprint race di sabato, più precisamente al minuto 2:43, si può notare questo leggero spostamento assiale del volante sulla Mercedes n.44. Lewis Hamilton ha appena effettuato il sorpasso su Pierre Gasly e si appresta a fare la staccata di curva 1. Come possiamo notare anche dall’immagine questo spostamento è molto piccolo ma non trascurabile. Siamo di fronte ad un DAS 2.0?

Analizzando questo secondo video, tutti i sorpassi di Lewis Hamilton durante la sprint race, si nota come questo movimento si è verificato più volte nel corso della gara. Notiamo per la prima volta questo fenomeno mentre il campione del mondo in carica effettua il sorpasso su Sebastian Vettel per la 9 posizione. Il movimento del volante della Mercedes è sempre più evidente nei successivi sorpassi, avranno ideato un nuovo dispositivo?

La nostra analisi

Dal nostro punto di vista ci sentiamo di escludere un DAS 2.0 per alcune considerazioni. La prima riguarda il movimento del volante, troppo piccolo lo spostamento per azionare un qualche meccanismo della macchina. In seconda analisi un avanzamento del volante verso il corpo del pilota durante la fase di frenata non è ottimale per il feeling di guida dello stesso. Per inerzia infatti, durante la fase di frenata, il nostro corpo tende ad avanzare maggiormente rispetto alla vettura, il pilota resta attaccato al sedile grazie alle cinture, quindi un avanzamento del volante non è ottimale in quella fase.

Tutti i componenti meccanici sono dotati di certe tolleranze dimensionali e geometriche che evitano il diffondersi di forze indesiderate sul componente. Queste tolleranze sono però molto piccole, qualche decimo di millimetro. Il volante si sposta però di qualche millimetro, non è quindi questa la causa del movimento. Inoltre, come si può notare dal secondo video, lo spostamento aumenta con l’aumentare del tempo. Ipotizziamo quindi o un cedimento di un qualche cuscinetto o supporto del volante/piantone o un errore di montaggio.

Il ritardo dei cargo a causa del maltempo non ha infatti semplificato la vita dei meccanici, costretti agli straordinari per assemblare le monoposto. Una imprecisione di montaggio è stata anche la causa della squalifica di Lewis Hamilton dalle qualifiche del venerdì. Il team campione in carica starà sentendo la pressione in uno dei campionati più accesi ed entusiasmanti degli ultimi anni?

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Pagelle GP Brasile – Strapotere Mercedes, irresistibile Lewis a casa di Ayrton

 

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member