F1 | Nel 2022 Red Bull con propulsore Honda senza marchio, Yamamoto: “Sentimenti contrastanti”

Red Bull e Honda, un sodalizio destinato ad interrompersi nel 2022, anche se la PU nipponica spingerà ancora il team austriaco, i “sentimenti contrastanti” dell’ad Yamamoto.

honda red bull yamamoto

Le strade di Honda e Formula 1 sono destinate a separarsi al termine dell’attuale stagione. Il motorista nipponico lascerà la Red Bull, ma le vetture del team anglo-austriaco continueranno ad essere spinte da un motore Honda, che passerà nelle mani della neonata Red Bull Powertrains.

Nonostante ciò, nel 2022 le monoposto di Milton Keynes abbandoneranno lo sponsor Honda. Questo provoca un mix di sentimenti nel cuore di Masashi Yamamoto, amministratore delegato di Honda F1: “In vista del 2022 abbiamo deciso con Red Bull la strada da seguire. Ora siamo nella fase di capire come potremo supportare il programma dal prossimo anno in avanti. A quello stiamo ancora lavorando”.

“Personalmente – dichiara il Managing Director nipponico – sono davvero felice che abbiano qualcosa realizzato da noi. Come Honda, siamo lieti di sostenere Red Bull con quello che possiamo per dare loro un motore che possa lottare per il mondiale. Se riuscissimo sarebbe fantastico”.

Il manager giapponese parla poi delle conseguenze dell’addio della casa di Hamamatsu alla categoria regina del motorsport: “Non ci sarà alcun marchio Honda sulla macchina o sul motore. Avremo sentimenti contrastanti nel vedere l’auto con un propulsore Honda. Il cuore della macchina è Honda, ma non è proprio Honda!, ha commentato Yamamoto.

Red Bull ha iniziato il 2021 con i favori del pronostico, nonostante la vittoria di Hamilton in Bahrain. L’ad di Honda F1 è fiducioso che il team di Horner possa incrementare il numero di cinque vittorie ottenute dal binomio con la casa nipponica: “È stata dura. Dal 2015 abbiamo però accumulato molta esperienza, per cui mi sono fidato degli ingegneri. Siamo certi e sappiamo che la power unit ha più potenza, abbiamo avuto grande determinazione”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.