A TCFormula 1

F1 | “Nel 2024 la Red Bull non sarà imbattibile”: il pensiero di Alonso

Durante la presentazione della nuova Aston Martin, il direttore tecnico ha dichiarato la Red Bull sicuramente non imbattibile: a fargli eco c’è anche Fernando Alonso

Nel 2024 la Red Bull può essere battuta“, parola di Fernando Alonso e di tutta l’Aston Martin. Nella giornata del lancio della nuova AMR24, gli uomini della scuderia inglese si sono lasciati andare a dei pronostici per la nuova stagione che inizierà tra due settimane in Bahrain.

Abbiamo fatto grandi passi avanti rispetto alla scorsa stagione anche se dobbiamo recuperare ancora il tempo sul giro. Ma la nostra filosofia prevede il pensiero di guardare alla Red Bull come se fosse assolutamente battibile, come credo che sia. Noi ci concentriamo su di loro” sostiene Dan Follows, il direttore tecnico della Aston Martin.

red bull alonso
Max Verstappen e Fernando Alonso dopo il GP di Monaco – @Red Bull Content Pool

Abbiamo cercato di creare una macchina che fosse competitivo su ogni tipo di circuito. La Red Bull è il nostro punto di riferimento come lo sarebbe qualsiasi auto che si dimostra essere la più veloce. Poi ovviamente noi pensiamo anche ai nostri piloti e cerchiamo di dar loro la macchina il più veloce possibile” continua ancora Follows.


Leggi anche: F1 | Presentazione Aston Martin, ecco le prime immagini della AMR24 – FOTO


Alle parole del direttore tecnico fanno eco quelle di Fernando Alonso. “Avere la possibilità di competere ai massimi livelli è molto bello. Mi fa sorridere quello che dice Follow perché mi fa credere che avremo ottime possibilità e saremo competitivi. All’inizio della stagione bisogna essere il più ottimisti possibile e noi faremo proprio questo“.

La McLaren ha fatto grandi passi avanti come anche la Ferrari. Non dimenticate che erano partite in modo discreto e poi sono migliorate tantissimo. La McLaren è andata più volte a podio e la Ferrari ha fatto tante pole position. Sicuramente la battaglia sarà serrata ma questo può essere solo un bene per noi e per tutta la Formula 1” conclude poi il due volte campione del mondo spagnolo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.