F1 | Non ci saranno modifiche alle penalità di punti prima della fine della stagione

Michael Masi ha escluso di apportare modifiche immediate al sistema di attribuzione delle penalità di punti in un gran premio.

PENALITÀ DI PUNTI
Foto: Michael Masi

Diversi piloti si sono lamentati nelle ultime settimane del sistema in base al quale una serie di errori e infrazioni, inclusa la violazione dei limiti di pista, fanno guadagnare loro punti sulla loro super licenza, che culminano in divieti di gara.

Masi in merito ha dichiarato: “Abbiamo discusso di tutto questo con i piloti. All’inizio dell’anno, la FIA lavora con i direttori sportivi delle squadre per rivedere la tabella dei punti di penalità e discutere le linee guida che gli steward devono seguire. Di conseguenza, arriviamo a un consenso su multe e punti di penalità”.

Tutto questo viene rivisto ogni anno. Dal punto di vista delle squadre, non sorprende che vengano dati punti per tali violazioni. Di questi argomenti parliamo anche al briefing dei piloti e, in preparazione per il 2021, tutto questo verrà nuovamente rivisto”, ha asserito l’australiano.

Chiaramente non cambieremo nulla nel bel mezzo di un campionato“, ha insistito Masi.

Tuttavia, i piloti, incluso Lewis Hamilton, affermano che solo gli incidenti ritenuti pericolosi dovrebbero essere idonei per i punti di penalità.

Il precedente della Russia

La polemica era già iniziata l’indomani del Gran Premio di Russia, nel quale Hamilton aveva ricevuto ben dieci secondi di penalità, in due da 5 ciascuna, e 2 punti sulla super licenza.

Il motivo era lo stesso in entrambi i casi: posizionamento sbagliato nel provare la partenza in pit lane. Con la sua Mercedes, il Campione del Mondo ha simulato il momento dello stacco frizione praticamente in pista, rimanendo ovviamente dentro alla riga bianca che delimita l’uscita dai box.

Ma gli stewards, dopo un reclamo della stessa Mercedes, hanno cambiato idea.

L’errore non è stato commesso dal pilota, ma dalla scuderia, che lo avrebbe autorizzato nelle due occasioni a sostare molto più avanti del previsto. Di conseguenza, i due punti sulla licenza per Hamilton rimossi e per la squadra è arrivata una multa di 25.000 €.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Statistiche Imola: Ferrari e Williams a 8 vittorie, Schumacher il più vincente, Senna il re delle pole

Giuseppe Cinotti

Laureato in Operatore Giuridico d'Impresa e specializzando in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo presso L'Università per Stranieri di Perugia. Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.