F1 | Norme sanitarie rigide: si va verso la cancellazione del GP di Cina anche nel 2023

Le ultime voci vedono vicina la cancellazione del GP di Cina anche per la stagione 2023 di F1: troppo rigide le norme sanitarie previste dai governi locali.

f1 gp cina cancellazione 2023
Secondo le ultime voci si va verso la cancellazione del GP di Cina anche nella stagione 2023 di F1 – Foto: unknown

Quello tra Cina e Formula 1 sembra essere un binomio destinato a non esistere più. Dall’esplosione della pandemia legata al Covid, il Circus infatti non ha più fatto tappa a Shanghai viste anche le rigide norme sanitarie previste dai governi locali.

Secondo le ultime voci, si va verso la cancellazione del GP di Cina anche per la stagione 2023 di F1. Dietro questa decisione, che deve ancora essere confermata, ci sarebbe l’obbligo di quarantena previsto per tutti i membri dello staff.

L’eventuale cancellazione dell’appuntamento cinese, attualmente previsto per il 16 Aprile, lascerebbe un buco nel calendario di ben quattro settimane tra le gare di Melbourne e Baku. Per questo motivo Stefano Domenicali parlerà con gli organizzatori azeri per studiare la fattibilità di uno slittamento al 23 Aprile.


Leggi anche: F1 | Le prime immagini in esclusiva dei lavori in vista del GP di Las Vegas del 2023 – FOTOGALLERY


Ad oggi non sembra essere prevista la sostituzione con un Gran Premio non previsto dal calendario pubblicato qualche mese fa. Con quello cinese sono ventiquattro i weekend previsti per il 2023 con la presenza di ben sei Sprint Race a far da cornice.

Al momento della pubblicazione molti team si erano lamentati per quella che è stata definita “una stagione troppo corposa”. Mattia Binotto, Team Principal della Ferrari, aveva sollevato la questione legata al numero di Power Unit a a disposizione delle squadre. “Penso che i tre motori per piloti siano pochi visto il numero di gare”, erano state le parole dell’ingegnere italiano.

Seguici anche sui nostri profili social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Gianluigi Paolucci

Studio Ingegneria Meccanica al Politecnico di Milano. Appassionato di F1, spero di poterne far parte un giorno