F1 | Norris analizza la stagione: “Devo essere più serio”

Archiviata la stagione 2019, è giunto il momento anche per Norris di analizzare il suo primo anno in Formula 1: nonostante gli ottimi risultati conseguiti, l’inglese ammette di essersi divertito e rilassato un po’ troppo in alcuni momenti della stagione Norris analisi stagione

Norris analisi stagione
Credits: Getty Images

Una delle sorprese più belle della scorsa stagione è stato sicuramente l’arrivo di Lando Norris in F1: malgrado i punti ottenuti dicano tutt’altro, il primo anno dell’inglese si è rivelato essere molto più che dignitoso guardando anche solo il confronto in qualifica con Sainz. Norris analisi stagione

Ma l’aspetto che stupisce di più del ventenne non è solo la sua indubbia velocità, ma anche la sua simpatia che ha catturato il pubblico di tutto il mondo. Sicuramente Norris, grazie ai suoi scherzi e all’amicizia giocosa con il suo compagno di squadra, è riuscito ad avvicinare molti giovani alla Formula 1, uno degli obiettivi che il circus sta perseguendo negli ultimi anni.

Ai microfoni di motorsport.com, Norris ha analizzato la sua stagione e individuato alcune pecche a cui deve porre rimedio in vista del 2020. Probabilmente nella sua lista dei buoni propositi per l’anno nuovo c’è la ricerca di un compromesso: l’inglese ha come obiettivo quello di coniugare la sua personalità vivace e il divertimento con la serietà nel lavoro.

Alla ricerca di un compromesso: vivacità e serietà

“In alcuni momento penso di essermi rilassato e divertito un po’ troppo. Quando la stagione è diventata più complicata, non mi sono concentrato quanto avrei dovuto, non ho lavorato su molte aree e penso di aver dato per scontato alcune cose.”

“E’ stato bello divertirsi nella mia prima stagione: non sono stato circondato solo da cose e persone troppo serie. Allo stesso tempo penso che questo mi abbia aiutato a lavorare su diversi aspetti e a migliorare come pilota.”

forse in alcuni casi ho un po’ esagerato con gli scherzi e non mi sono concentrato come avrei dovuto: ci deve essere un compromesso e devo trovarlo. A volte voglio solo divertirmi, indossare il mio maglione al posto di quello del team e cose del genere.”

“Voglio apparire più serio”

Norris continua il discorso puntualizzando su una frase che si sente dire troppo spesso:

“Devo assicurarmi che le persone non usino chi sono e cosa faccio come una scusa per attaccarmi. Non voglio sentirmi dire «E’ il suo primo anno in Formula 1 e non prende le cose seriamente»“.

“Forse con il tempo diventerò più rilassato come Daniel Ricciardo, ma penso che in ogni caso devo cercare di apparire più serio dall’esterno rispetto a quanto vorrei: in questo modo le persone smetteranno di accusarmi basandosi su cose non vere.”

La F1 presenta un nuovo logo per celebrare i 70 anni

Elena Galli

Ragazza di 19 anni, super-appassionata di Formula 1, scrivo per trasmettere qualcosa di questo mondo meraviglioso.