F1 | Norris critica Leclerc: “Per me avrebbe dovuto superare Verstappen alla ripartenza”

Norris commenta la ripartenza del GP di Imola con una critica verso il collega Leclerc: “per me doveva superare Verstappen”.

Leclerc Norris Verstappen
L’errore di Verstappen alla ripartenza, l’immagine non mostra la monoposto di Leclerc – credits: Pinterest

Norris non la manda di certo a dire. Per l’inglese, Leclerc doveva superare Verstappen prima della ripartenza del GP di Imola, quando l’olandese ha commesso una sbavatura. Sbavatura che stava quasi per mettere K.O. la sua gara, tra l’altro. Il pilota Red Bull ha infatti perso il controllo della monoposto all’ultima curva prima del secondo via. Quello avvenuto dopo l’incidente Russell-Bottas a metà gara. L’olandese ha sbagliato l’uscita alla Rivazza, perdendo per pochi secondi il controllo dell’auto e rischiando quasi di scontrarsi con Leclerc, anche se le immagini che abbiamo non sembrano molto chiare. Se Leclerc avesse deciso di superarlo, Verstappen avrebbe avuto il diritto di recuperare posizione prima della linea di partenza. Mettendola così, anche il pilota Ferrari avrebbe avuto il permesso di ri-superarlo, dato che sarebbe stato lui il primo dietro la safety car. Una situazione abbastanza particolare pensando alle numerose regole FIA. Molto probabilmente Leclerc ha deciso di non superare Verstappen per non rischiare di avere penalità. Il ferrarista nel dopo gara ha ammesso di aver pensato alla possibilità di superare il rivale, ma di aver lasciato perdere visto che non si era trattato di un vero e proprio testacoda. Di fatto Verstappen non è uscito di pista con tutte e quattro le ruote.


Leggi anche:

F1 | Domenicali: “Anche con l’aggiunta del GP di Miami, non si andrà oltre le 23 gare stagionali”


Il commento di Norris e di Masi

Secondo Norris, che si trovava dietro i due classe 1997, Leclerc avrebbe dovuto superare Verstappen. “È stato abbastanza buffo in realtà. Secondo me Charles avrebbe potuto passare. A quel punto Max era fuori controllo e andava a sinistra e Charles ha premuto i freni, ha rallentato e si è quasi fermato. Ad un certo punto ha quasi dovuto superare Max perché è stato girato verso le barriere per gran parte della curva. Non lo so. Forse dobbiamo chiedere qual è la regola esatta nel caso si vada fuori pista”, ha aggiunto l’inglese. “Charles avrebbe potuto superarlo in quel punto. Ma non sono sicuro. Penso che se io fossi stato secondo sarei andato a prenderlo. Perché hai una possibilità di vincere in quel caso. È un rischio che vale la pena” ha chiuso Norris.

Ascoltando la spiegazione data dal direttore di corsa Michael Masi però, viene da pensare che Leclerc abbia fatto la scelta giusta. “Se un’auto fosse fuori posizione, varrebbe come in un giro di formazione. Nel senso che può riguadagnare quella posizione, purché prima della linea della Safety Car. Questo è il principio generale, o almeno il modo in cui è scritto il regolamento”, ha spiegato l’australiano.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.