F1 | Norris su Hamilton: “Dovrebbe vincere ogni gara per l’auto che ha”, poi si scusa

Nel congratularsi con Lewis Hamilton per le sue 92 vittorie in carriera, Lando Norris ha spiegato che con l’auto a disposizione il #44 dovrebbe trionfare in ogni weekend.

Norris Hamilton
Foto: Planet F1

Lewis Hamilton ha battuto il record di vittorie che apparteneva a Michael Schumacher toccando quota 92 successi. Norris Hamilton

Lewis Hamilton sta riscrivendo la storia della Formula 1 insieme alla Mercedes: record di Pole nel 2017, quello di podi e vittorie nel 2020.

Tuttavia, nessuno è stato all’altezza di Hamilton e soprattutto della Mercedes e questo ha facilitato il percorso di Hamilton.

Lando Norris ha voluto dire la sua in merito allo storico traguardo raggiunto dal suo connazionale.

Nelle parole citate sul sito della McLaren nel post gara, Norris si è complimentato con Hamilton: “Congratulazioni a Lewis per aver raggiunto le 92 vittorie, è un grande traguardo”.

Nel corso delle interviste post gara invece, il giovane talento di Bristol non ha dato grande valore al record.

Al portale britannico RaceFans Norris ha detto di esser contento per Lewis ma che ciò che ha fatto è il minimo per l’auto a disposizione.

“Sono solo felice per lui, niente di più. Non significa niente per me, davvero. È su una macchina che dovrebbe vincere ogni gara, fondamentalmente. spiega Norris. 

Il vice campione della F2 2018 non intende tuttavia sminuire il lavoro svolto da Hamilton: “Deve Lui è stato bravo, sta ancora facendo il lavoro che deve fare”.

“Deve battere uno o due altri piloti, questo è quanto.” conclude il ventenne.

 

Pochi minuti fa l’inglese si è poi scusato via social, seppur non facendo particolare riferimento alle parole su Hamilton, ma anche nei confronti di Stroll: Devo delle scuse. Sono stato stupido e distratto con alcune cose che ho detto ultimamente ai media e nelle interviste. Non ho mostrato il rispetto che avrei dovuto avere per certe persone. Non sono quel tipo di persona, quindi sappiate che dovrei scusarmi con loro ma anche con tutti quelli che leggono / ascoltano. Scusate”.

 

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Mongol Identity pretende le scuse di Verstappen: “Vergognoso usare il termine in modo offensivo”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.