F1 | Norris sulle monoposto del 2022: “Non sono belle da guidare come le attuali”

Lando Norris ha parlato delle monoposto che debutteranno in F1 nel 2022. Il giovane pilota britannico ha affermato che preferisce la guidabilità della sua McLaren attuale.

f1 monoposto 2022
Foto: unknown

Nel 2022 la F1 vedrà debuttare finalmente le nuove monoposto. Tra curiosità e incertezza per quella che rappresenta la più grande rivoluzione degli ultimi anni, i piloti hanno iniziato a testare le macchine al simulatore. Lando Norris, in occasione della presentazione della LN Racing Kart, ha parlato delle prime sensazioni a riguardo.

Il pilota McLaren ha affermato che, in termini di guidabilità, preferisce le vetture attuali. Si tratta di una macchina molto diversa da guidare. La guidabilità non è come quella di adesso.

Spero sia una caratteristica che riguardi anche le altre scuderie e non solo la nostra. Vedremo, ad oggi è ancora difficile avere un’idea precisa. Dobbiamo solo fare del nostro meglio per poi presentarci ai test con una buona monoposto”.

Norris ha parlato poi del lato estetico della vettura affermando che il team ha cambiato molto i disegni nell’ultimo periodo. “L’unica monoposto che ho visto finora è quella esposta a Silverstone. Quella che abbiamo in fabbrica non è una macchina vera e propria. Sono solo disegni e carta.


Leggi anche: F1 | Wolff sul finale di campionato: “Un ritiro di Hamilton potrebbe compromettere tutto”


Penso che ci vorranno ancora diversi mesi. Probabilmente dovremo aspettare il nuovo anno. Abbiamo visto diversi disegni ma ogni settimana viene cambiato qualcosa”.

Nelle scorse settimane Fernando Alonso aveva parlato della difficoltà di avere un’idea chiara su quello che può essere il livello della monoposto.Penso che risulteranno fondamentali il lavoro al simulatore e ai test“, ha affermato lo spagnolo. “Dopo quattro o cinque gare sarà possibile vedere il reale potenziale delle varie squadre. In termini di adattamento non credo cambierà molto. Si tratterà solamente di passare più tempo al simulatore per analizzare i dati con il team”, ha concluso il pilota Alpine.

Seguici anche su Instagram