F1- Novità tecniche GP Monaco 2019

Tante le novità tecniche portate dai team di F1 a Montecarlo, in quello che è l’appuntamento più glamour della stagione.

Ph. A.Fabrega

Le novità non sono mancate, come di consueto, visto che è il primo della stagione che richiede tanto carico aerodinamico, oltre che gran trazione e buon grip meccanico. Una variabile importante, ma quest’anno lievemente meno date le temperature più basse del normale per il periodo, è il caldo.
Novità tecniche F1
Questo infatti proviene dalle vetture e il layout del tracciato fa sì che i distacchi tra le vetture siano ridotti, e la scia calda di chi precede dà molto fastidio alle monoposto che seguono. Inoltre il tracciato è privo di lunghi rettilinei, quindi è difficile raffreddare i vari sistemi delle auto.

Per questo motivo molti team hanno aperto numerose feritoie sulle auto, nella zona vicina alle protezioni laterali della testa per favorire lo smaltimento di calore. Le soluzioni sono state vari e in particolare la Haas ha estremizzato tale soluzione

Ph. A.Fabrega

Red Bull: unico top team a portare modifiche, che riguardano il muso, ridisegnato nella zona della punta, dove è stato rimosso il foro caratterizzante la RB15. La forma del muso è stata modificata con un layout meno estremo  più arrontondato; questo per favorire l’andamento dei flussi ed aumentare il carico all’anteriore.

Novità anche sul fondo. La zona anteriore, vicino ai sidepods è stata munita di deflettori verticali e arrotondati. Questa soluzione dovrebbe permettere la deviazione dei flussi nella zona delle aperture orizzontali nel fondo, indicate dal cerchio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Haas: dopo la t-wing biplanare vista a Barcellona, il team americano ha aggiunto un elemento orizzontale tra i due piloni di sostegno dell’ala posteriore. Probabile doppia funzione, ovvero sia di irrigidimento del gruppo ala, che aerodinamico, per stabilizzare i flussi uscenti dalla t-wing e generale un minimo di carico verticale.

Ph. A.Fabrega

Renault: due ali portate a Monaco, con una variazione dei flap nella zona della gestione dei vortici Y250 e sul muso sono comparsi dei deflettori in stile Mercedes. Questi dovrebbero aiutare nella gestione del flussi che corrono nella zona superiore della monoposto e si raccordano con l’S-Duct.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Racing Point: nuova t-wing, addirittura con 4 profili! Il team anglosassone si è spinto al massimo della ricerca a livello di downforce per migliorare la trazione nelle curve del Principato. Novità tecniche F1

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alfa Romeo: come Renault, anche loro hanno portato due ali diverse, una da meno carico (foto in basso) e una da maggior carico (foto in alto).

Ph. A.Fabrega

I team clienti Ferrari, hanno portato qui la EVO 2 del motore, mentre Ferrari è tornata alla vecchia specifica.

Seguici anche su Telegram

Formula E | Anteprima e Orari TV del Berlin E-Prix