Pubblicato il 15 Dicembre, 2020 alle 17:25

F1 | Operazione alla mano per Romain Grosjean

L’ormai ex pilota del team Haas sottoposto ad un intervento chirurgico. L’operazione alla mano per Grosjean servirà a pulire le ferite dalle ustioni.

 

Romain Grosjean, GP Russia 2020. Fonte: Haas F1 Team on Twitter

Nell’inferno del Bahrain la Formula 1 ha assistito ad un miracolo: la vita salva di Romain è un vero e proprio miracolo, nel quale hanno giocato un ruolo importante anche i dispositivi di sicurezza delle vetture odierne e la prontezza del pilota. Uscito sulle proprie gambe dalla carcassa della sua Haas carbonizzata, Grosjean sperava, dopo la prima operazione, di tornare in macchina ad Abu Dhabi.

L’impresa non è riuscita al pilota transalpino, il quale ha deciso, per non incorrere in peggioramenti nella propria convalescenza, di tornare a casa.

Le ustioni subite dal ginevrino erano infatti troppo significative per permettere al pilota di tornare nel crepuscolo di Yas Marina e anzi, hanno costretto Romain ad un’altra tornata sotto ai ferri.

A comunicare l’operazione, nella giornata di martedì, è stato lo stesso Romain Grosjean sui propri account social: “Meno due ore all’intervento. Nella mia mano sinistra il legamento del pollice è stato danneggiato durante l’incidente, e dobbiamo pulire le ferite dall’ustione”.

“Anche la mano destra riceverà un trattamento per recuperare da un infortunio di inizio 2020. Dovrei essere un uomo nuovo domani!”. Così comunica, con calma e rassicurazione il 34enne francese.

Poco dopo sul profilo Twitter dell’ex Lotus e Haas e apparso un altro messaggio: “È arrivato il momento dell’operazione, ci vediamo dopo”. Ennesima operazione per Grosjean, il cui recupero continua a vele spiegate senza intoppi particolari.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Abu Dhabi – l’ultima di Vettel in rosso: “Sei anni speciali, mi mancherete”

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.
Disqus Comments Loading...