F1 | Pagelle GP Belgio: Vettel torna alla vittoria e si rilancia per il mondiale

La F1 torna dopo la lunga pausa estiva, assenza comunque compensata da una intensa sessione di “mercato”, con numerosi annunci, alcuni anche sorprendenti. F1 Pagelle GP Belgio

F1 Pagelle GP Belgio Vettel torna alla vittoria e si rilancia per il mondiale
Foto F1.com

Mancava però decisamente l’azione in pista, con un mondiale per nulla scontato e sempre avvincente. Nell’università di Spa, la Ferrari da una dimostrazione di forza assoluta, rilanciando decisamente Sebastian Vettel nel mondiale piloti.

Andiamo ora ad analizzare i voti dei protagonisti:

Sebastian Vettel voto 9,5: Aveva lasciato l’Ungheria con tanto rammarico ed un pesante distacco in classifica dal suo rivale. Arriva quindi in Belgio per colmare il gap, su una pista sin da subito amica della sua SF71H. Domina le libere in tandem con il suo compagno di squadra, così come la Q1 e la Q2. Arriva però la pioggia a scombinare ancora una volta i piani nel Q3, relegando Sebastian “solamente” al secondo posto, seppur staccato parecchio da Hamilton. Ancora una volta però non riesce a venir fuori con la miglior prestazione possibile in condizioni di pista difficile. Non si dà comunque per vinto, e in partenza è più veloce di Hamilton riuscendolo ad affiancare subito alla Source senza però riuscire a superarlo.

Si accoda così al suo rivale, prendendo tutta la scia nell’Eau Rouge e compiendo un sorpasso di pura potenza sul lungo rettilineo del Kemmel, dovendo gestire anche l’arrembante Ocon che stava per ottenere il colpaccio. Da qui in poi la sua gara è relativamente semplice, mostra un gran ritmo subito nei primi giri, dando così uno strappo importante. Anche la sosta non è un problema, riuscendo a rientrare davanti al duo Verstappen-Hamilton, completando così poi successivamente la gara senza alcun patema. Una vittoria assolutamente importantissima, per il morale, per la classifica, ma soprattutto una chiara dimostrazione di forza (e potenza) della Ferrari. Razzo

Leggi anche:
Vettel: “Mi sono davvero goduto questa gara”

Lewis Hamilton voto 9: Forte del buon vantaggio in classifica e di uno stato di forma invidiabile, torna dalle vacanze per allungare ulteriormente il bottino in classifica, su una pista notoriamente positiva alla Mercedes. La monoposto di Stoccarda non sembra essere al top in questo week-end, ma comunque vicina alla Ferrari. Ma ancora una volta arriva la pioggia nelle qualifiche, con Hamilton che nuovamente sfrutta l’occasione e conquista la sua pole position numero 77, con un margine importante su Vettel. Scatta quindi dalla pole position, riuscendo a tenere a bada il ferrarista a La Source, ma nulla può poi successivamente sul rettilineo del Kemmel.

Si deve arrendere alla potenza della power unit Ferrari e deve anche guardarsi dalle due Force India alle sue spalle. Da qui in poi diventa una gara a distanza con Vettel, con gli altri attori non protagonisti, ma non riesce mai ad essere minaccioso per Vettel. Conclude così in seconda posizione, portando ancora una volta a casa il miglior risultato possibile, senza strafare e conservando anche il motore nel finale di gara in cui non aveva più alcuna possibilità di raggiungere il suo rivale. Concreto

Leggi anche:
Hamilton: “La Ferrari ha qualche trucco speciale nella loro macchina”

Max Verstappen voto 8,5: Davanti a centinaia di suoi tifosi scatenati nel corso della tre giorni belga, Verstappen ottiene ancora una volta un buon risultato. Qualifiche bagnate ancora una volta deludenti per lui, questa volta per una strategia errata da parte del suo team che lo costringe a partire solamente in settima posizione. Buona partenza per lui, riesce ad evitare il caos della prima curva, sorpassa le due Haas tornando quindi nel giro di poche tornate alle spalle delle due Force India. Senza troppi problemi scavalca Ocon e Perez, conquistando la terza posizione alle spalle di Vettel ed Hamilton.

Mostra un buon ritmo, sicuramente a livello dei primi due, ma il distacco accumulato nelle prime fasi di gara è troppo pesante per cercare di sperare in qualcosa di meglio. Si accontenta così del terzo posto, conquistato senza essere più disturbato nel corso della gara, dimostrando ancora una volta di essere sulla giusta strada della maturazione, non compiendo errori, regalando ai suoi tifosi, alla sua squadra e soprattutto a se stesso un buon risultato su una pista non proprio favorevole alla Red Bull. Cinico

Leggi anche:
Verstappen: “sono stato fuori dai guai”

Valtteri Bottas voto 7: Arriva in Belgio consapevole di dover affrontare un week-end difficile, vista la penalità per la sostituzione della sua power unit Mercedes. Non è comunque particolarmente veloce sin dal venerdì, restando sempre alle spalle di Hamilton nel corso delle sessioni di prove libere. Proprio nella terza sessione poi è autore di un brutto gesto ai danni di Vandoorne, punito solo con una reprimenda da parte dei commissari. Nelle qualifiche arriva in Q3 solo per aiutare Hamilton con il gioco delle scie, ma vista la pioggia scesa sul tracciato viene richiamato ai box. Scatta così in diciassettesima posizione, grazie a penalità cumulate da altri piloti.

Poco prima della Source, tampona la Williams di Sirotkin rompendo l’ala anteriore, complicando così ulteriormente la sua rimonta. Fortunato ad effettuare la sosta sotto safety car, inizia così la sua rimonta con diversi sorpassi, tra i quali va segnalato il bel sorpasso a Gasly all’ingresso dell’Eau Rouge. Torna così rapidamente nella top ten, prendendo nel finale anche Perez conquistando così la quarta posizione, utilissima nella classifica costruttori. Nonostante la buona rimonta in gara, fine settimana condito da diversi errori, certamente non allo stesso livello di altre occasioni. Impreciso

Perez Force India

Sergio Perez voto 8,5: La Force India sembra non dover correre in Belgio, date le vicissitudini ampiamente spiegate nei giorni scorsi, allungando così le vacanze dei due piloti. E invece, inaspettatamente le cose si ribaltano completamente per Perez e per il suo compagno di squadra, con una fantastica quarta posizione conquistata nelle qualifiche, al fianco di Ocon. Buona partenza per Perez che si trova poi successivamente ingaggiato con Ocon e addirittura con la Ferrari di Vettel e la Mercedes di Hamilton. Riesce a sopravanzare il suo compagno di squadra, restando in terza posizione nelle prime fasi di gara. Nulla può però poi contro Verstappen che gli scippa il podio, relegandolo in una comunque ottima quarta posizione. Cerca di resistere al ritorno di Bottas nel finale di gara, ma nulla può contro il finlandese, arrivando così quinto. Un gran risultato per lui, dopo diverse gare non eccellenti. Duro

Ocon Force India

Esteban Ocon voto 8: Il suo futuro è sempre più in dubbio, dopo l’accordo saltato con Renault e la sua attuale squadra in dubbio per la presenza nel week-end belga. Da tutte queste difficoltà, riesce però ad ottenere un fantastico terzo posto in qualifica, mostrando una grande velocità nel corso della Q3. Nelle primissime fasi di gara, si fa tentare dal colpaccio sul rettilineo del Kemmel, affiancando quasi Vettel all’interno; desiste però, perdendo così anche la posizione su Perez. La sua gara rimane comunque positiva ma scivola fino al sesto posto finale, che resta comunque un gran risultato per lui in quella che potrebbe essere stata la sua ultima gara in Force India. Addio?

Grosjean

Romain Grosjean voto 7,5: Si allunga la sua striscia positiva, grazie ad un fine settimana senza errori, con la ciliegina sulla torta del gran risultato in qualifica, dove porta la sua Haas in quinta posizione. In gara nulla può contro la più veloce Red Bull di Verstappen e la Mercedes di Bottas, conservando un buon settimo posto vincendo il confronto interno con Magnussen, battuto per tutto il week-end. Redivivo


Kevin Magnussen voto 7: Altra gara consistente per lui, nuovamente a punti. Ennesimo fine settimana positivo per lui, ma comunque sempre alle spalle di Grosjean,;sin dalle qualifiche dove ancora una volta non mostra una grande velocità su pista umida. Costante

Gasly

Pierre Gasly voto 7: Torna dalle vacanze con un contratto Red Bull per il 2019, a coronamento delle sue ottime prestazioni durante la stagione. Ancora una volta a punti, aiutando così la squadra in lotta nel campionato costruttori contro la Sauber. Non lo vediamo in molte occasioni in gara, ma è suo malgrado protagonista quando viene sorpassato da Bottas all’Eau Rouge. Consistente

F1 Pagelle GP Belgio

Marcus Ericsson voto 6: Con l’unica Sauber superstite, con un gran motore Ferrari, il buon Marcus riesce nell’impresa di farsi superare dalla Toro Rosso Honda di Hartley con gomme usurate, sul Kemmel. Nonostante i due sorpassi subiti, riesce a riconquistare la posizione sul neozelandese, rientrando così in zona punti e portando a casa un altro punticino. Addormentato

F1 Pagelle GP Belgio

Carlos Sainz voto 5: Fine settimana anonimo ancora una volta per prossimo pilota McLaren, con una qualifica deludente conclusa in Q1 ed una gara in cui non è mai stato in lotta per la zona punti. Deludente

F1 Pagelle GP Belgio

Sergej Sirotkin voto 5,5: Approfittando del caos in curva 1, si trova in zona punti nelle primissime fasi di gara non riuscendo comunque a conservare la posizione poi successivamente, data la sempre scarsa competitività della sua Williams. Ancora una volta comunque davanti a Stroll nel corso del fine settimana. Incoraggiante

F1 Pagelle GP Belgio

Lance Stroll voto 5: Ovviamente anche lui nulla può con questa Williams, ma è dietro a Sirotkin per tutto il fine settimana. Di lui si parla più per le voci di mercato, che non per l’azione in pista. Chiedete a papà

F1 Pagelle GP Belgio

Brendon Hartley voto 5,5: Finisce ben lontano dalla zona punti, dopo aver lottato bene con Ericsson con condizioni di handicap rispetto allo svedese. Ma ancora una volta è ben lontano dalle prestazioni di Gasly. Non ci siamo

F1 Pagelle GP Belgio

Stoffel Vandoorne voto 4: Assolutamente inesistente per tutto il suo week-end casalingo. Lo vediamo solo in occasione dell’episodio avuto con Bottas nel corso delle prove libere 3. Sembra sempre più in dubbio la sua permanenza in McLaren. Volatilizzato

F1 Pagelle GP Belgio

Daniel Ricciardo S.V. : Coinvolto seppur in maniera marginale dalla carambola del primo giro, riporta danni all’ala posteriore della sua Red Bull. Dopo aver perso due giri per le dovute riparazioni, torna in pista forse solo per testare soluzioni sulla sua vettura, prima del ritiro anticipato. Dopo il trionfo di Montecarlo, non gliene va bene più una. Montecarlo maledetto

F1 Pagelle GP Belgio

Kimi Raikkonen S.V. : L’ultimo ad essere coinvolto dal crash del primo giro, rimedia una foratura alla posteriore e diversi danni sulla parte posteriore della sua macchina. Rientra ai box, effettua alcuni giri prima di ritirarsi in modo anticipato per i danni sulla sua vettura. Peccato per la strategia errata del team nel corso delle qualifiche, che gli ha compromesso irrimediabilmente poi anche la gara. Incolpevole

F1 Pagelle GP Belgio

Charles Leclerc S.V. : Altro coinvolto nella carambola della Source. Lui però deve ringraziare l’halo, che lo ha protetto dal volo di Alonso sopra la sua Sauber. Santo Halo


Fernando Alonso S.V. : Finisce anzitempo la sua gara belga, dopo essere stato coinvolto ancora una volta in un incidente alla prima curva di Spa, in una dinamica che ricorda incredibilmente la carambola in cui fu coinvolto sei anni fa. 2012 Revival

F1 Pagelle GP Belgio

Nico Hulkenberg voto 3: Le cose iniziano subito male per il tedesco, costretto a partire dal fondo per la sostituzione della power unit sua Renault, dopo qualifiche comunque deludenti. Buon scatto al via, vanificato però dall’errore in frenata di curva;1, dove centra Alonso scatenando poi la carambola che coinvolgerà anche Leclerc, Ricciardo e Raikkonen. Un errore piuttosto grave che va a creare una situazione di grosso pericolo, fortunatamente senza conseguenze per nessuno. Grosjean

Leggi anche:
GP Belgio – Hulkenberg: “È stato un mio errore”

F1 | GP Belgio – Super Vettel doma Hamilton! Spa è rossa!

F1 | Pagelle GP Belgio: Vettel torna alla vittoria e si rilancia per il mondiale
Lascia un voto
mm

Stefano Perinetti

Appassionato di F1, tifoso Ferrari. Seguo anche categorie minori e un pò tutto il motorsport in generale