F1 | Pagelle Gp del Canada: Uno spettacolo agrodolce

Settima edizione delle pagelle post gara del 2019, a cura dei nostri redattori Paolo e Aurora. Vediamo come singoli piloti e team si sono comportati nel settimo appuntamento del mondiale, il Gran Premio del Canada..Pagelle FantaGP in fondo..Pagelle GP Canada

Pagelle GP Canada
Formula 1 on Twitter

Mercedes Pagelle Gp Canada

Aurora: 8. Un altro weekend solido per i campioni. C’è da trovare il giusto feeling con la seconda specifica del motore, che preoccupa su Stroll, Bottas e Hamilton. A questo punto, però, nulla che metta a rischio il loro dominio.

Paolo: 8. Riprendono un weekend che sembrava “perso”. Come al solito non sbagliano nulla. Sarà una lunga stagione.

Valtteri Bottas

Aurora: 5. Davvero un peccato vedere un Valtteri così spento, peraltro su una pista a lui congeniale. Non mi sento di escludere problemi nel bilanciamento della sua vettura, che sembrava dover fare a botte anche con le Renault. Rimandato alla prossima.

Paolo: 6. Fa il compitino, torna ad essere parabottas. Se le speranze per un mondiale quanto meno combattuto a due, le speranze si affievoliscono sempre di più.

Lewis Hamilton

Aurora: 9. Un po’ spento nelle libere, ma autore di un giro grandioso in qualifica. Una prestazione del genere richiede uno sforzo titanico, quello di Vettel, per sopravanzarla. Sempre aggressivo e furbo nelle tattiche offensive e difensive, come si addice ai campioni.

Paolo: 8. Blessed by God. Ha problemi tecnici nel momento in cui li può risolvere. Se ha una qualità è senza dubbio la fortuna e la faccia tosta. Ringraziare sotto il podio il team per una vittoria ottenuta per una penalità altrui mi sembra un tantinello “spocchioso”. Pagelle GP Canada

Ferrari

Aurora: 8. In questo weekend abbiamo visto una squadra più unita e più padrona di sé, autrice di un setup coraggioso e funzionale. Questo campionato può ancora essere interessante.

Paolo: 7. Il lavoro fatto è ottimo. Steccano la strategia su Leclerc ma alla fine il loro lo hanno fatto. Danno ai piloti una macchina da pole e vittoria.

Sebastian Vettel

Aurora: 10. Impeccabile nelle libere, quasi eroico in qualifica, sempre padrone di sé in gara. Tanto si è già detto,e tanto si dirà, sulla penalità che gli è costata la gara. Quasi tutti sono concordi nel non rimproverargli nulla.

Paolo: 8. Lavoro eccezionale, fa quasi tutto perfettamente, poche colpe sull’errore da penalità: cose che capitano a tutti, ma ovviamente a lui capitano nel modo e nel momento sbagliato. Ci prova ma non può far nulla.

Charles Leclerc

Aurora: 6. In gara e in qualifica perde il guizzo dimostrato il venerdì, e si fa avvicinare da Ricciardo senza mai essere una vera minaccia per Hamilton. Continuo ad aspettarmi di più.

Paolo: 6. Un Bottas che alla fine ci crede un po’ di più e riesce ad arrivare a podio. Ma questo weekend “il predestinato” risponde presente ma nulla di più.

Red Bull

Aurora: 5. Quest’anno la Red Bull sembra più preoccupata dal consegnare alle stampa dichiarazioni sensazionalistiche che dall’elaborare una strategia. Hanno un motore che non sanno valorizzare, paradossale per quello che è stato per anni “il miglior chassi in griglia”. Un peccato.

Paolo: 6. Sbagliano tutto su Max in qualifica, in gara le strategie vanno bene, infatti Max coglie un ottimo risultato. Il problema resta un francesino sempre assente. Pagelle GP Canada

Max Verstappen

Aurora: 7. Sorpreso da Norris, recupera la posizione con maestria e riprende il controllo della situazione, come sempre. Poteva essere una gara diversa senza la sfortuna in qualifica.

Paolo: 7. Gara spenta per Max. Anche lui fa il compitino, ovviamente fa sfigurare Gasly ma è facile sparare sulla croce rossa. Solido ed intelligente, ha bisogno solo di una monoposto competitiva. Pagelle GP Canada

Pierre Gasly

Aurora: 4. Ancora non all’altezza della squadra, della vettura, del compagno e del suo ruolo. Nessuna personalità dentro e fuori dalla pista. Più che un guizzo di talento, qui servirebbe un moto d’orgoglio.

Paolo: 5. Battuto in qualifica da Ricciardo. Max non per colpa sua non può lottare in qualifica. Dovrebbe essere lui il terzo incomodo, invece finisce di nuovo dietro max. Il sedile inizia a scottare.

Renault

Aurora: 8. I motori Renault sono stati una delle sorprese meno annunciate del GP del Canada, prestazionali sia sul works che sui clienti. Arriva adesso, forse, quello che Abiteboul aveva promesso nell’estate 2018.

Paolo: 8. Sembrano quasi un team ufficiale. La strada è giusta, a poco a poco si avanza sulla griglia e si va avanti. Ottimo lavoro del team, i piloti ci sono e la macchina pure.

Nico Hulkenberg

Aurora: 7.5. Gara solida, sostenuto da un mezzo di tutto rispetto. Speriamo che una vettura più competitiva riporti anche un po’ di autostima in Nico.

Paolo: 8. Ottima gara del tedesco che però sfigura accanto al gigante che ha in scuderia. Perde in qualifica e in gara ma il risultato per il team è eccellente.

Daniel Ricciardo

Aurora: 8.5. Ritorno sperato ma inatteso, meravigliosa (anche se azzardata, con il taglio di traiettoria) la sequenza difensiva su Bottas,

Paolo: 9. 10 morale dopo la dichiarazione “Vado a dirlo a Marko” dopo la qualifica. Fosse finito a podio avrebbe meritato il mondiale. Fa un ottimo lavoro, weekend solidissimo. Coglie un risultato in qualifica altissimo per la scuderia francese. Daniel is back! Pagelle GP Canada

Haas

Aurora: 4. C’è poco da dire su un weekend disastroso della scuderia. Assetti e utilizzo gomme totalmente sbagliati, piloti indisciplinati: si fatica a vedere il lato positivo.

Paolo: 4. La macchina è assente del tutto, i piloti anche. Weekend da dimenticare.

Romain Grosjean

Aurora: 4. C’è poca evoluzione nello stile e nelle prestazioni di Grosjean. Un pilota così esperto dovrebbe essere in grado di compensare le carenze del mezzo meccanico, ma non è questo il caso.

Paolo: 4. Pessimo weekend per tutto il team. Prova a fare il suo meglio, perde il confronto con il compagno di squadra in qualifica, in gara dopo una partenza da incubo riesce ad arrivare davanti a Kevin ma non serve a nulla.

Kevin Magnussen

Aurora: 5. Premio il suo stile di guida: ha un’aggressività che ben si sposa con Montreal e crea spettacolo. Trovo spiacevoli, però, i team radio a fine gara. Soprattutto considerando che la responsabilità del risultato è in buona parte sua.

Paolo: 4. La sbatte a muro, non in uno casuale, quello adatto a lui. Se sopravvive a Gunther deve ringraziare Dio.

Toro Rosso

Aurora: 6. Il ritorno ad una pista di potenza porta di nuovo indietro i Faentini, che però sono assistiti da una buonissima coppia di piloti.

Paolo: 5. Lavoro sottotono per la scuderia italiana. L’ottima monoposto degli scorsi GP non si presenta in questo appuntamento. Molto sotto le aspettative.

Daniil Kvyat Pagelle GP Canada

Aurora: 7. Bei sorpassi (come sempre, trascurati dalla regia internazionale) e prestazione solida per tutto il weekend. Valuto positivamente Kvya con genuino piacere.

Paolo: 6. Ottimo lavoro del russo. Qualifica deludente ma porta punti a casa. Granitico anche stavolta… Credo possa iniziare il corteggiamento per il sedile ufficiale.

Alex Albon

Aurora: 6. Più spento in questo weekend, ma giustifico l’appannarsi della sua prestazione per la scarsa dimestichezza con la pista, per lui del tutto nuova.

Paolo: 4. Non è al livello del compagno. Chiuso in panino in cui può fare solo la parte dell’hamburger. Il ragazzo promette bene ma ha bisogno di tempo.  Pagelle GP Canada

Alfa Romeo Racing

Aurora: 4. Avevo sospeso il mio giudizio in quel di Monaco sperando di potermi ricredere. Così non è stato.

Paolo: 4. La cenerentola del Circus non ritorna a mezzanotte e si scopre una monoposto scarsa e non troppo competitiva. I piloti ci mettono del loro, ma il problema sembra essere di fondo.

Antonio Giovinazzi

Aurora: 4. Una prestazione sprecata, quella di Giovinazzi. Manca ancora la scintilla che faccia percepire il suo talento anche al di là della competitività della vettura. Per intenderci, quello degli Albon o dei Russell.

Paolo: 4. Per una volta che sembrava andare meglio del compagno di scuderia, si gira come il peggior Vettel. La macchina non lo aiuta, ma lui ci mette del suo.

Kimi Raikkonen

Aurora: 4. Kimi assente ingiustificato. Pare essersi tenuto lontano dai guai volontariamente e inspiegabilmente.

Paolo: 3. Riesce a far peggio di Giovi. Iceman soffre il caldo e infatti si è sciolto in questo fine settimana. Pagelle GP Canada

McLaren

Aurora: 5. Weekend rovinato dagli assetti sbagliati. Ci vediamo alla prossima, con grande fiducia.

Paolo: 5. Ottimo lavoro, ma inspiegabilmente non raccolgono punti. Neanche loro sanno perché. La macchina c’è, possono fare davvero bene.

Carlos Sainz

Aurora: 4.5. Rimane penalizzato dal pit stop anticipato per il raffreddamento freni, ma oggi aveva la vettura giusta per rifarsi, e non ha concretizzato. Anche in Canada, non riesce (almeno ai miei occhi) ad oscurare davvero il compagno ben più giovane e inesperto.

Paolo: 5. Finisce a ridosso della zona punti dopo un’ottima qualifica. Non si capisce un risultato così deludente. Non si buttano punti così. Pagelle GP Canada

Lando Norris

Aurora: 7. La valutazione si limita a 11 giri. 11 giri, però, che mi hanno davvero emozionata. La battaglia con Verstappen vale da sola un weekend.

Paolo: nc. Arriva dietro Sainz in qualifica, si ritira in gara per un cedimento. Incolpevole il povero Lando. Per quanto tutto gli remi contro, prova a fare il meglio che può, ma la sfortuna di Alonso non abbandona la monoposto britannica.

Racing Point

Aurora: 6. Il timore è che Racing Point non abbia identificato il punto di forza della vettura. Questo porta la squadra ad essere sempre nel limbo, sia sui circuiti di potenza che in quelli di aerodinamica.

Paolo: 5. Salvi solo per Lance. Prima i soldi erano il problema, ora che ci sono il buio in fondo al tunnel continua. Lavorano da formichine ma non basta. Pagelle GP Canada

Lance Stroll

Aurora: 7. Buona prestazione davanti al pubblico di casa, e interrompe così una serie di risultati che, più che deludenti, erano imbarazzanti. Voto alto, sulla fiducia e sulla speranza.

Paolo: 8. Quanto si gasa per il GP di casa? Lance fa le spalle grosse e dopo una pessima qualifica porta a casa punti. Corre con una specifica vecchia e sta davanti. Piccola curiosità: è uscito al Q1 11 volte di fila.

Sergio Perez

Aurora: 6. Si rende autore di un sorpasso bellissimo, da manuale, su Grosjean. E salva così un weekend spento per lui e per la squadra.

Paolo: 5. Fa quel che può, ma stavolta non basta. Dietro il compagno di squadra, la macchina non lo aiuta.

Williams

Aurora: 5. La vettura è affidabile, e fa piccoli passi avanti sulle velocità di punta. Rimane da capire quanto peso abbia l’aerodinamica.

Paolo: 5. Piano Piano si riprende. Ancora molto lavoro per la scuderia di Grove.

Robert Kubica Pagelle GP Canada

Aurora: 4. L’impedimento fisico continua a pesare come un macigno sulla stagione di Kubica. A questo punto c’è da chiedersi se per lui abbia ancora un senso.

Paolo: 4. Tutti fanno passi in avanti, lui no. Sempre peggio Robert. Tantissimo lavoro ancora da fare.

George Russell

Aurora: 5. Sempre superiore al compagno di squadra, oggi non ho trovato motivi per premiarlo di più. Ma spero di trovarne presto di nuovi!

Paolo: 6. Questo ragazzo ha un futuro. Con una vettura non competitiva riesce a far un ottimo lavoro. Sarebbe davvero bello vedere uno scontro con Ocon.

Voti per il FantaGP

Seguici sui nostri social!

Vi piace il nuovo format delle pagelle? Lasciate un feedback nei commenti.

F1 | GP Canada – La rabbia dopo la beffa: Vettel esprime il proprio disappunto nel post gara


 

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.