F1 | Pagelle GP di Gran Bretagna

Appuntamento con le pagelle del GP di Gran Bretagna valide per il FantaGP di F1inGenerale. A Silverstone è andata in scena una gara soporifera dominata dalle Mercedes che si è accesa solo nel finale ma andiamo a vedere i top e i flop di giornata.

2020 British Grand Prix,Sunday – LAT Images

Mercedes 8, Lewis Hamilton 10, Valtteri Bottas 7.

Le frecce d’argento placcate di nero si riconfermano imprendibili, la lotta è solo tra loro due che (forature escluse) hanno regalato uno spettacolo davvero soporifero. Lewis perfetto anche su tre ruote, Valtteri poco incisivo per tutto il GP, sfortunato nel finale non può far nulla contro la dea bendata. Mercedes perfetta in tutto, peccano di superbia e pagano dazio con Bottas ma non con Lewis. Pagelle GP Gran Bretagna

Ferrari 6, Charles Leclerc 8, Sebastian Vettel 6.

Gara da dimenticare ma non troppo dalle parti di Maranello. L’intuizione di puntare sull’efficienza ripaga la scuderia che con una condotta di gara di Charles riesce a portare a casa il secondo podio stagionale. Discorso differente per Seb, il pilota tedesco in difficoltà tutto il weekend riesce ad arginare i danni portando a casa un punto figlio soprattutto delle sfortune degli altri. Due le differenze con il compagno di squadra: l’ottima qualifica e la gestione del ritmo di gara migliore.

McLaren 7,Carlos Sainz 7, Lando Norris 7.

Continua inesorabile la risalita della McLaren che con una macchina davvero buona che stava per cogliere due piazzamenti molto importanti in ottica campionato. Sainz poco incisivo ma anche molto sfortunato deve salutare un quarto posto per colpe non sue. Lando sempre più costante e veloce replica l’ottima prestazione della qualifica del sabato, la fortuna gli sorride, vince il confronto con il compagno e porta a casa punti.

Renault 8, Daniel Ricciardo 8, Esteban Ocon 7.

Ottima gara della giallona che conferma la costante crescita del team francese. Dopo un venerdì solido in cui abbiamo intravisto il potenziale oggi in gara la Renault si è riconfermata come un’ottima monoposto. Prestazione eccellente di Daniel vicinissimo alle posizioni di vertice deciso e veloce sicuramente sarà un grosso rimpianto per l’anno prossimo. Esteban più sottotono, meno incisivo e con qualche difficoltà nei sorpassi ciononostante buona prestazione anche per lui.

Red Bull 7, Max Verstappen 8, Alexander Albon 4.

La Red Bull non è una macchina facile, lo si è capito. Solo Max è in grado di fare la differenza e non di poco, senza l’errore precauzionale del pit nel momento del caos sicuramente la vittoria sarebbe stata loro, tuttavia non si può essere sempre fortunati. Discorso diverso per Alex, gara da dimenticare sempre peggio il suo rendimento, il sedile inizia ad essere scottante.

Alpha Tauri 6, Daniil Kvyat 6, Pierre Gasly 7.

L’Alpha Tauri sembra essere una buona monoposto cedimenti strutturali a parte. Il russo si è trovato passeggero in un incidente in cui pare essere incolpevole, il francese invece fa un’ottima gara, si mette in luce e mostra un’ottimo potenziale. Di certo Pierre è il candidato numero uno per sostituire Albon.

Racing Point 6, Nico Hulkenberg s.v., Lance Stroll 6.

La W10 rosa non sembra essere la W10… sebbene l’ottimo risultato in qualifica figlio forse più del motore Mercedes che della bontà dell’auto, in gara la pantera rosa non si riconferma a livello. Un ritiro ancora prima della partenza per Nico e una gara di poco conto per Lance… porta a casa punti unica nota positiva per la scuderia con sede accanto al circuito.

Williams 6, George Russell 5, Nicholas Latifi 4.

Nonostante i passi avanti della vettura i due piloti faticano ancora a trovare il ritmo per la gara. Chiude in dodicesima posizione George e in quindicesima Nicholas… tra gli ultimi ma non gli ultimi. Un voto in meno per il canadese giustificato dai diversi errori nel corso di tutto il weekend.

Alfa Romeo 4, Antonio Giovinazzi 5, Kimi Raikkonen 4.

Le alfa sembrano in un tunnel senza fine, di certo gli effetti della crisi Covid hanno influito e non poco su tutta la struttura svizzera. I piloti provano quel che possono, Giovi sempre davanti a Kimi ma sempre nelle retrovie.

Haas 6, Romain Grosjean 6, Kevin Magnussen 4.

La scuderia statunitense non si perde d’animo e sebbene la macchina non sia all’altezza della griglia, provano di tutto per fare bene. Nello scorso GP con le strategie son andati a punti. Anche in questo GP ci riprovano con la strategia ma la fortuna non li aiuta, sicuramente da apprezzare per il coraggio e per la bravura di Romain a mantenere il ritmo con una gomma più vecchia ed una monoposto non competitiva. Magnussen oggi fuori forma, l’incidente con Albon è anche colpa sua.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Gran Bretagna – Sintesi gara: vince Hamilton, poi Verstappen e Leclerc dopo un finale al photofinish

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.