F1 | Pagelle GP di Turchia: Hamilton arriva a quota 7

La F1 se ne va dalla Turchia dopo un GP incredibile: siamo pronti a svelarvi le pagelle del week-end.

F1 pagelle GP Turchia
Lewis Hamilton festeggia la vittoria del settimo titolo iridato. Credits: Automotorinews

Il GP di F1 di Turchia ci regala una gara spettacolare, e noi siamo pronti a svelarvi le pagelle del week-end.

  • Mercedes: 8

  • Hamilton: 10 e lode

  • Bottas: 2

La Mercedes oggi non era la miglior macchina in pista, e questo, se ancora servisse, rimarca la grandezza di Hamilton. Sette titoli mondiali raggiunti, Schumi agganciato e potrebbe non fermarsi qui. Lewis va a vincere una gara che all’inizio sembrava non essere sua, riuscendo a non commettere nemmeno un errore. Davvero non ci sono più parole per descriverlo. D’altro canto Bottas si perde, girandosi ben sei volte durante la gara. Termina doppiato e fuori dai punti.

  • Ferrari: 8.5

  • Vettel: 10

  • Leclerc: 9

La Ferrari si perde il sabato dopo delle prove libere promettenti, lasciando tutti delusi. In gara però è un’altra storia, con i due piloti che emergono dalle retrovie. Sebastian è autore di una gara magnifica, soprattutto nei giri inziali quando si tiene dietro Verstappen e Hamilton. Il terzo posto è in parte derivante dall’errore di Leclerc, ma la gara di Vettel meritava di essere coronata da un podio. Leclerc non riesce a partire forte, ma è autore di una grandissima rimonta: sul finale spinge tanto commettendo anche degli errori, ma raggiunge Perez. Peccato per il bloccaggio, altrimenti sarebbe finito secondo.

  • Red Bull: 8.5

  • Verstappen: 5

  • Albon: 6

La Red Bull poteva vincere questo GP a mani basse. Il sabato si fanno soffiare la pole da un grande Stroll, e domenica Verstappen commette troppi errori. In particolare Max è sembrato troppo aggressivo su Perez, in quanto avrebbe potuto attendere di fare il sorpasso con più sicurezza; l’olandese almeno ci ha fatto divertire! Albon invece fa il suo, commettendo solo un errore, che però non influisce troppo sulla sua gara.

  • McLaren: 7.5

  • Sainz: 9

  • Norris: 7

Il team inglese sprofonda nelle qualifiche, ma come Ferrari emerge in gara. Sainz per pochissimo non arriva sul podio, dopo una gara all’attacco. Norris, invece, meno brillante ma pur sempre solido, conquista l’ottava posizione.

  • Renault: 5.5

  • Ricciardo: 6

  • Ocon: 6

In Renault speravano in una domenica migliore, dopo le buone qualifiche. Non riescono a tenere il passo di quelli davanti, e portano a casa un solo punto con Daniel. Ocon è invece coinvolto in un contatto con Bottas, ma è comunque autore di una gara positiva.

  • Alpha Tauri: 5

  • Gasly: 5

  • Kvyat: 5

Il team faentino sembra la brutta copia di quello visto in Italia, a Imola. La gara è completamente anonima per entrambi i piloti, che terminano a 0 punti.


  • Racing Point: 8.5

  • Perez: 9

  • Stroll: 8

I ragazzi del team sognano in grande, anche se alla fine raccolgono “solo” un podio. Stroll esegue un giro strepitoso che gli vale la pole, ma in gara il team sbaglia strategia. Peccato perché il canadese stava conducendo la gara, ed era davanti al compagno. Perez invece si prende ancora una volta il podio, senza commettere alcun tipo di errore e gestendo le gomme fino al termine.

  • Haas: 4.5

  • Grosjean: 5

  • Magnussen: 5.5

La Haas non riesce a sfruttare la situazione di caos dettata dalla pista scivolosa. La loro gara non ha niente di speciale e finiscono per ritirare entrambe le vetture.

  • Alfa Romeo: 6

  • Raikkonen: 5

  • Giovinazzi: 4

L’Alfa riesce con grande sorpresa a portare entrambe le macchine in Q3, ma la gara è difficile per loro. Giovinazzi si ritira e Kimi è solo quindicesimo.

  • Williams: 5

  • Russell: 5

  • Latifi: 4.5

Come la Haas non approfittano della situazione, con Latifi ritirato e Russell che non fa i soliti miracoli.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Leclerc furioso nel Team Radio dopo il traguardo: “Sono un co*****e!! Un lavoro di me**a!”