F1 | Pagelle GP d’Italia: Gasly si prende la rivincita a Monza

Siamo pronti per scoprire le pagelle del GP di F1 corso a Monza, con un Gasly super. Non solo Pierre, ma molti altri piloti si sono rivelati sorprendenti.

F1 Monza Gasly
Foto Scuderia AlphaTauri

Gasly vince il GP di F1 disputato a Monza dopo una gara pazza. Podio del tutto inedito, con Carlos in seconda posizione e Lance in terza.

Mercedes, Hamilton, Bottas (5, 9, 5)

Questa volta i tedeschi non sono riusciti a brillare. Non per colpa del ban del party mode, ma per una gestione gara non ottimale. La colpa della penalità di Lewis è interamente del team, mentre l’inglese ha fatto del suo meglio. La differenza con Bottas è stata imbarazzante, soprattutto per quanto riguarda i sorpassi. Il finlandese deve far di più se vuole avere chance di mondiale (ormai quasi inesistenti).

Ferrari, Vettel, Leclerc (1, sv, sv)

Quando pensi che la Ferrari abbia toccato il fondo (GP Belgio), riesce ancora a deluderti. Due ritiri nel gran premio di casa non rendono onore al Cavallino. Anche arrivando al traguardo, comunque, i risultati non sarebbero stati da Ferrari. Sebastian si ritrova beffato (ancora una volta!) dal caos delle qualifiche, compromettendo la gara. Charles, invece, fa magie quando può (vedasi doppio sorpasso sulle Alfa Romeo), ma per stare davanti deve spremere la macchina. La SF1000 è tutto tranne che facile da guidare, e l’incidente è stato inevitabile.

Red Bull, Verstappen, Albon (4, 5, 4)

Il team sperava di far bene, visto l’abolizione del party mode:  sembrato invece il più colpito. Week-end da zero punti e prestazioni non all’altezza contribuiscono alla disfatta. Verstappen stavolta non può trascinare il team, e Albon sprofonda nelle retrovie. Anche l’affidabilità viene a mancare, costringendo l’olandese al ritiro.

McLaren, Sainz, Norris (10, 10, 7.5)

Dopo 8 anni anni, il team torna in lotta per la vittoria. Già questo giustifica il voto, ma è importante sottolineare che non si tratta solo di fortuna. La prestazione delle qualifiche è stata impressionante (Carlos in P3!), e il passo gara non era male. La gestione gara è stata impeccabile, ma nella “fortuna” della penalità a Lewis, c’è stata la sfortuna di scivolare dietro altre vetture per il pit. Carlos si esprime su livelli altissimi e per poco non si porta a casa la vittoria. Norris un po’ più in ombra, ma pur sempre quarto al traguardo.

Renault, Ricciardo, Ocon (7, 7, 6.5)

Il team francese, che dall’anno prossimo cambierà nome, puntava a far di più. Viste le condizioni una vittoria oggi poteva essere alla loro portata dopo il Belgio. La classifica finale è un po’ diversa, ma i risultati sono comunque buoni. Ricciardo continua a battere il compagno, dimostrandosi leader, mentre Ocon deve cercare di migliorare.

Alpha Tauri, Gasly, Kvyat (10, 10, 6)

Gasly e Alpha Tauri si ricorderanno per sempre questo GP di F1 a Monza! Il primo non top team a vincere una gara nell’era ibrida. Riescono a ripetere la storia, vincendo una gara incredibile, come nel lontano 2008. Un po’ di fortuna, certo, ma la macchina e il pilota sono lì per cogliere l’occasione. Gasly si prende così una rivincita, dopo la problematica stagione 2019, e che rivincita! Kvyat non brilla invece come il team mate, ma finisce quantomeno in zona punti.

Racing Point, Perez, Stroll (7.5, 6, 8.5)

Avevano una grande occasione per vincere, ma non riescono a coglierla. Stroll si porta comunque a casa un bel podio (il secondo in F1), grazie anche al cambio gomme gratis in pit lane. Sprofonda invece Perez dopo un’ottima qualifica.

Haas, Grosjean, Magnussen (5, 6, sv)

La Haas è ancora dietro, battuta anche da un’ottima Alfa Romeo. Grosjean fa il suo, e Kevin è invece costretto al ritiro.

Alfa Romeo, Raikkonen, Giovinazzi (5.5, 7.5, 6)

La macchina va questo week-end, e il caos potrebbe favorire un buonissimo piazzamento. Purtroppo ciò non è sfruttato, montando gomme rosse a Kimi e facendo entrare Antonio con la pit-lane chiusa.

Williams, Russell, Latifi (6, 5, 6.5)

La famiglia Williams saluta la F1, e la scuderia riesce in parte ad omaggiarli, facendo meglio del solito. Russell in difficoltà, ma Latifi quasi prende la zona punti! Il mondo della F1 saluta una grande famiglia di corse.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Italia 2020 – Classifica piloti e team [Round 8/17]